Dzurinda: il Presidente non vada in Ucraina, Gasparovic: teniamo aperto il dialogo

Il Presidente slovacco Ivan Gasparovic dovrebbero unirsi agli altri capi di Stato di Germania, Austria e Repubblica Ceca nella loro decisione di non recarsi in Ucraina per una riunione dei Presidenti dei paesi dell’Europa centrale e orientale a Yalta, sul Mar Nero, e dare al caso Tymoshenko l’importanza che merita, ritiene l’ex Ministro Mikulas Dzurinda (SDKU-DS). È giunto il momento, ha detto il due volte Premier slovacco, che sia fatto un gesto chiaro e pubblico.

La Slovacchia è interessata a tenere buoni rapporti con l’Ucraina, che è il suo vicino, ed è anche un paese limitrofo all’Unione Europea, pensa Dzurinda. Ma è anche «nel nostro interesse che l’Ucraina comprenda bene la nostra attenzione ai valori democratici, alla legge e allo Stato di diritto e rispetto dei diritti umani», ha detto l’ex Ministro, aggiungendo che del resto la Slovacchia condivide questi valori con i suoi alleati sia nell’Unione Europea che nella NATO.

Il Presidente Ivan Gasparovic, d’altro canto, è convinto che non il rifiuto della comunicazione, ma un dialogo aperto e franco con l’Ucraina sia la forma migliore per esporre opinioni, commenti e riserve per gli sviluppi in Ucraina. «Nella questione dell’incarcerazione della signora Tymoshenko, il Presidente non vuole ergersi a giudice, ma si aspetta che l’Ucraina farà del suo meglio per rendere il processo equo e in linea con gli standard del diritto internazionale», ha detto il portavoce presidenziale Marek Trubac.

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha annunciato che la sua visita in Ucraina durante il torneo di calcio Euro 2012 di giugno è legata al destino in carcere dell’ex Primo Ministro Yulia Tymoshenko. L’incarcerazione per abuso di poteri della Tymoshenko, rivale del Presidente ucraino Viktor Yanukovich, ha reso parecchio tesi i rapporti tra Kiev e l’Unione Europea, che crede la mossa sia stata politicamente motivata.

(Fonte Sita)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.