Al via la settimana di Andersen, che a Bratislava scrisse la piccola fiammiferaia

L’Ambasciata della Danimarca a Bratislava ha datò ieri l’avvio ufficiale alla Hans Christian Andersen Week, progetto congiunto con Bibiana, l’istituzione culturale delle arti per l’infanzia di Bratislava. L’inaugurazione ha avuto luogo presso la statua del noto autore di fiabe che si trova nella capitale slovacca sulla piazza Hviezdoslav, con l’ambasciatore danese Anita Hugau, il direttore di Bibiana Peter Tvrdon e la presenza di una serie di diplomatici e altre figure. L’evento si svolge nel corso della presidenza UE della Danimarca, con l’obiettivo di presentare la cultura danese nell’intera Unione Europea. Il progetto, naturalmente, è rivolto in particolare ai bambini – da qui il titolo scherzoso Dinom Danom, che è un allusione a una canzone popolare slovacca con lo stesso nome.

L’Ambasciatore ha ringraziato Bibiana per la peculiare attenzione che l’istituzione pone da anni al lavoro di Andersen, principalmente attraverso opere teatrali e mostre di libri. Attività analoghe si svolgeranno anche all’interno della settimana di Hans Christian Andersen, che si protrae fino al 22 aprile.

Andersen, appassionato viaggiatore del 19° secolo, visitò la capitale slovacca nel 1841 e gli piacque molto. Quando qualcuno gli chiese se avrebbe scritto qualcosa sulla città, lui disse che non era necessario, perché la città era essa stessa una “favola”. Nel suo diario, citato sul blog di Nancy e Eric Anderson, scrisse di aver incontrato a Bratislava i bambini più belli, e «una bambina con un grande mazzo di fiori che mi sorrise, pur essendo io un completo estraneo. All’improvviso si fermò, prese una rosa dal suo bouquet e me la diede facendo un inchino… poi girò la testa e scomparve».

Nel suo soggiorno, Andersen fu molto incuriosito da una fiaba dipinta sulle pareti di una casa di Bratislava. Poco dopo, assistette a un incendio che colpì il villaggio di Devin. Pare che in questo modo sia nata la favola “La piccola fiammiferaia”.

(La Redazione)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.