Europarlamento: la Slovacchia riconosca l’indipendenza del Kosovo

Il Parlamento Europeo gradirebbe che la Slovacchia, insieme agli altri quattro paesi dell’UE che non hanno ancora riconosciuto l’indipendenza del Kosovo facesse un passo in questo senso. La rappresentanza del Parlamento Europeo in Slovacchia ha fatto questa affermazione oggi in un comunicato. Nel documento è scritto che Slovacchia, Grecia, Cipro, Romania e Spagna dovrebbero partecipare più attivamente nel garantire un proseguimento dei colloqui tra Serbia e Kosovo.

«È importante per l’Unione Europea tenere attivo un dialogo con il Kosovo, e consideriamo quest’impegno essenziale per mantenere stabilità e sicurezza in una regione che confina con l’Unione», recita la dichiarazione.

Durante il suo primo mandato (200-2010), il Premier in pectore Robert Fico (Smer-SD) si rifiutò di riconoscere la dichiarazione unilaterale di indipendenza che il Kosovo emise il 17 febbraio 2008. Fico difese la sua posizione spiegando che il Kosovo, annunciando la sua indipendenza, ha violato i principi del diritto internazionale.

Fico, tuttavia, non sembra intenzionato a cambiare il suo atteggiamento durante questo prossimo secondo governo. «Non vediamo alcun motivo di riconoscere l’indipendenza del Kosovo», ha detto dopo una tavola rotonda con i partiti di opposizione il 15 marzo scorso.

La Slovacchia, come gli altri paesi che ancora rifiutano il riconoscimento, temono che approvare la mossa del Kosovo possa dare fiato alle rispettive minoranze interne, creando un precedente pericoloso che potrebbe portare a possibili scissioni dai propri paesi – con separazioni unilaterali – delle minoranze interne. Questo può valere per i baschi per la Spagna, i turchi ciprioti per Cipro e la Grecia, i magiari per Romania e Slovacchia.

(La Redazione)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.