BERS riduce le sue previsioni di crescita del PIL 2012 per la Slovacchia e in generale l’area CEE

La Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) ha emesso ieri una previsione di crescita economica più lenta dei paesi dell’Europa centrale e orientale. Secondo la banca la regione, che ha forti legami con l’Eurozona, dovrebbe assistere a breve a un notevole rallentamento della sua crescita, ed ha rivisto le sue stime di aumento del PIL, segnalando tra le economie più colpite quelle di Slovacchia e Ungheria.

La BERS prevede che l’economia della Slovacchia crescerà di solo l’1,1% nel 2012. Soltanto nel mese di luglio di quest’anno la previsione per il 2012 era pari al 4,1%, mentre la prognosi per l’anno in corso è stata ridotta al 3,1%, dal 3,7% stimato a luglio. Anche per l’Ungheria la BERS ha limitato la crescita di quest’anno del PIL all’1,1% e allo 0,5% per l’anno prossimo. Le aspettative peggiorative della BERS rappresentano una perdita di circa 600 milioni di euro nel bilancio dello Stato per il 2012.

(Fonte Sita)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.