Inflazione all’1,4% in agosto in Slovacchia, il dato più basso da tre anni

L’inflazione in Slovacchia è rallentata in agosto all’1,4% su base annua, 0,3 punti percentuali in meno sul mese precedente, un trend che si protrae da sei mesi e che ha portato alla percentuale più bassa degli ultimi tre anni. Secondo quanto riferito dall’Ufficio di Statistica slovacco, il calo è da ascrivere principalmente a un calo significativo dei prezzi dei generi alimentari come frutta, verdura, carne, pane e cereali, e dei prezzi di calzature e abbigliamento e carburanti per trasporti. Il calo complessivo è stato in parte rallentato dagli aumenti dei prezzi per trasporti e ristoranti, bar e mense.

Il calo dei prezzi alimentari globale dell’1% rispetto a luglio riflette la diminuzione dei prezzi della frutta del 6,5% e della verdura del 4,1%. I prezzi di beni e servizi vari sono al contrario aumentati del 4,6% ad agosto, insieme ai prezzi per l’educazione (4,5%), l’assistenza sanitaria (3,6%), gli alloggi, acqua, elettricità, gas e altri combustibili (2,8%), e per hotel e ristoranti (2,3%).

La media di crescita dei prezzi al consumo nei primi otto mesi del 2020 è stata pari al 2,2% su base annua.

(Red)

Foto geralt CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.