Protezione temporanea dai creditori, solo 225 aziende l’hanno chiesta

Nel mese di agosto sono altre 31 le imprese che hanno ottenuto dai tribunali slovacchi la protezione giudiziaria temporanea dal fallimento in base al provvedimento deciso in piena pandemia per aiutare le imprese a superare l’emergenza. Ad altre due imprese, su loro richiesta, un giudice ha revocato lo status di protezione. L’interesse delle aziende a chiedere la protezione dai creditori sta tuttavia calando in modo repentino. In maggio, il mese dal quale si poteva accedere al nuovo strumento, erano state 95 le domande di protezione temporanea, che vale per le procedure avviate dal 12 marzo 2020 e solo per soggetti non insolventi a quella data e che quest’anno non hanno distribuito utili. Il periodo di protezione temporanea terminerà il 1° ottobre 2020. Secondo i dati della società analitica CRIF SK dal 12 maggio fino alla fine di agosto sono state 225 le entità giuridiche che hanno utilizzano l’istituto di protezione temporanea.

La legge sulla protezione temporanea è stata utilizzata in particolar modo da aziende nel settore del commercio all’ingrosso e al dettaglio e della riparazione di autoveicoli e motocicli, 47 in totale. Altre 27 imprese operano nel settore della produzione industriale e altrettante sono imprese di costruzioni. La maggior parte delle aziende in stato di protezione si trova nella regione di Bratislava.

(Red)

Foto miradesdunaficionat cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.