L’andamento dell’epidemia in Slovacchia

Venerdì nel paese sono state registrate 226 nuove infezioni di COVID-19, oltre la metà delle quali in tre località: Bratislava (75), Nitra (22) e Tvrdošín, nella regione di Žilina (20); in queste due ultime città i positivi sono in gran parte contatti di persone rilevate infette in precedenza. Il numero di test giornalieri si è attestato al livello record di 5.947 in 24 ore.

Il record di nuovi tamponi positivi di venerdì, di gran lunga il maggior numero di contagi rilevati in un solo giorno dall’inizio dell’epidemia, ha fatto seguito ad altri 137 casi giovedì e 121 il mercoledì. Sabato il numero di test positivi è sceso a 88, influenzato tuttavia dal minor numero di campioni esaminati, come sempre avviene Durante il fine settimana, come sempre, il numero di test è notevolmente ridotto, e anche il numero di test positivi: 88 nella giornata di sabato e 22 domenica, a fronte di, rispettivamente, 2.462 e 922 test effettuati. Anche tra sabato e domenica sono stati registrati nella capitale Bratislava quasi la metà dei nuovi casi, 34 e 11 rispettivamente.

L’Ufficio di sanità pubblica (UVZ) ha dichiarato sabato che era logico aspettarsi un incremento anche significativo del numero di nuove persone positive al COVID-19, visto il gran numero di test che sono stati effettuati, un numero superato solo dai test del 1° giugno (6.418), quando però non era stata contata nessuna infezione. Secondo UVZ numeri elevati di nuovi casi possono essere previsti anche nei prossimi giorni e settimane. Certo questi dati possono creare una certa preoccupazione ma sono anche una diretta conseguenza della riapertura mercoledì 2 settemebre di tutte le scuole di ogni ordine e grado, dove soprattutto nella prime classi delle primarie la distanza non è rispettata con rigore e le mascherine sono opzionali. E al tempo stesso, molti adulti – tra cui anche genitori – sono tornati al lavoro dalle vacanze. Con l’aumentare della mobilità delle persone, dice UVZ, cresce anche il rischio di diffusione del virus.

A tutto ieri il numero di persone attualmente infette era pari a 1.763. Dall’inizio dell’epidemia si contano in Slovacchia 4.636 contagi, e 2.836 sono le persone guarite.

Il numero di decessi a causa del COVID-19 è salito a 37, dopo la conferma, arrivata solo il 2 settembre a seguito dell’autopsia, della morte recente di quattro persone per cause connesse con il coronavirus. Si tratta di una donna di 89 anni morta all’Ospedale universitario di Prešov il 22 agosto, una donna di 78 anni all’Ospedale universitario di Trenčín, un uomo di 83 anni all’Ospedale universitario di Prešov, e il 30 agosto un uomo di 64 anni deceduto all’Ospedale militare centrale di Ružomberok.

Attualemente ci sono 99 persone ricoverate in ospedale, 11 in terapia intensiva. Sono 7 i pazienti collegati alla ventilazione polmonare artificiale.

(La Redazione)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.