Dal governo slovacco un fondo per aiutare la società civile della Bielorussia

Il governo slovacco ha deciso ieri di istituire un fondo per aiutare la società civile bielorussa vittima di rappresaglie dopo la manipolazione delle recenti elezioni presidenziali vinte ancora una volta, come da 26 anni a questa parte, da Alexander Lukashenko. Come da proposta del ministero degli Esteri, saranno stanziati 250.000 euro a questo scopo, usando soldi originariamente stanziati per aiutare l’Italia alla presa con la pandemia di coronavirus.

Le forme specifiche di sostegno e i suoi beneficiari saranno decisi in relazione all’evoluzione della situazione in Bielorussia in stretta collaborazione con organizzazioni non governative e altre entità. Il ministero dell’Istruzione ha inoltre proposto di fornire borse di studio aggiuntive per studenti bielorussi attraverso il programma di sostegno governativo, che finanzieranno l’intero periodo di studi per venti studenti presso università pubbliche in Slovacchia. Saranno poi aumentati i fondi stanziati annualmente per borse di studio per studenti bielorussi nella preparazione del progetto di bilancio della pubblica amministrazione per gli anni 2021-2027, allo scopo di fornire un percorso di studio completo (cinque o sei anni) presso le università pubbliche slovacche.

Il 19 agosto scorso il consiglio dei ministri slovacco ha adottato una risoluzione ufficiale in cui la Slovacchia ha espresso la sua preoccupazione per la repressione dei diritti umani e delle libertà fondamentali in Bielorussia, affermando allo stesso tempo che è pronta ad aiutare le persone che sono state punite in misura inappropriata dal regime del presidente Lukashenko nelle proteste che sono ancora in corso contro il risultato delle elezioni.

(Red)

Foto A_Matskevich CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.