Pandemia, a disposizione di comuni e regioni prestiti per 173 milioni

Diversi comuni hanno già chiesto al ministero slovacco delle Finanze un’assistenza finanziaria rimborsabile senza interessi per aiutarli a compensare le perdite di gettito dalle imposte sul reddito delle persone fisiche (DPFO). Secondo Teraz.sk, fino al 2 settembre il ministero ha registrato nove domande per un totale di 3,25 milioni di euro e ha approvato e firmato due contratti di prestito. In totale il governo ha approvato fondi statali per 173,6 milioni di euro per questa finalità, di cui 121,5 milioni di euro sono destinati a città e comuni, e altri 52,1 milioni di euro per le regioni autonome (Unità territoriali superiori / Vúc).

Per il momento sono stati approvati prestiti di 1,28 milioni di euro per la città di Trenčín e di 11.000 euro per il comune di Martin nad Žitavou. Sono intanto già sottoposte ad accertamento per l’approvazione le altre sette richieste, tra le quali spiccano per l’importo quelle dei comuni di Nové Zámky (785mila euro), Humenné (760mila) e Moldava nad Bodvou (258mila).

I comuni hanno la possibilità di richiedere assistenza fino al 31 ottobre di quest’anno, e i fondi potranno essere utilizzati fino al 31 dicembre 2020. Le rate di rimborso sono previste tra il 2024 e il 2027.

(La Redazione)

Foto moerschy CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.