Sussidi pubblici per l’affitto previsti ora anche per le aziende in difficoltà

Non solo le attività commerciali, ma ora anche le aziende che versano in difficoltà a causa della crisi economica provocata dalla pandemia possono richiedere un sussidio statale per il pagamento dell’affitto dei propri locali.
Lo hanno reso noto il ministro dell’Economia Richard Sulík e la sua consigliera Jana Kiššová durante una conferenza stampa. Sulík ha specificato che le micro e piccole imprese in difficoltà saranno soggette alle stesse condizioni delle altre imprese, mentre le aziende di medie e grandi dimensioni potranno accedere a sovvenzioni di importo limitato ad un massimo di 200.000 euro.
I sussidi statali alle micro e piccole imprese in difficoltà sono stati resi possibili da una modifica delle condizioni stabilite dalla Commissione Europea, mentre per le imprese di medie e grandi dimensioni è stato applicato il cosiddetto “regime de minimis”, che prevede limitazioni nell’importo del sussidio.

Le aziende possono richiedere un’indennità di affitto pari alla riduzione del canone di locazione concessa dal locatore e fino al 50% dell’importo dovuto.
Le domande potranno essere inoltrate fino al 30 novembre 2020.

Nel presentare la nuova iniziativa del Ministero dell’Economia che estende il sostegno statale ad altri settori economici, Sulík ha sottolineato che la decisione è stata adottata per venire incontro alle difficoltà incontrate da molte aziende.
Finora il Ministero ha ricevuto 9.562 richieste di sussidi per l’affitto. Per 3.558 domande si è già provveduto al versamento del sussidio, per un importo totale che ha superato i 6,5 milioni di euro.

Informazioni dettagliate sono pubblicate nella pagina web najmy.mhsr.sk del Ministero dell’Economia.

(Paola Ferraris)

Foto: mhsr.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.