OCSE: Covid, effetti “senza precedenti” sul PIL. Meno 12,1% in Eurozona nel secondo trimestre

“Nel secondo trimestre del 2020, il PIL nell’Eurozona e nell’UE è crollato rispettivamente di -12,1% e -11,7%, a fronte di un calo di -3,6% e -3,2% che si sono registrati nel trimestre precedente. Lo dicono le stime provvisorie dell’OCSE (l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che riunisce i Paesi più industrializzati) diffuse ieri, che fotografano un crollo generalizzato del PIL a livello globale, riconducibile – si legge in una nota – all’introduzione delle misure restrittive adottate in tutto il mondo per contenere la diffusione della pandemia di Covid-19 da marzo a questa parte”. È quanto si legge su “Eunews”, quotidiano online diretto a Bruxelles da Lorenzo Robustelli.

“Tra le principali sette economie dentro l’area OCSE, il PIL è diminuito in modo più evidente nel Regno Unito (- 20,4 per cento) e in Francia, dove le misure di contenimento erano tra le più rigorose e dove il Prodotto interno lordo è sceso del -13,8%. Seguono subito dopo l’Italia, dove il PIL si è contratto del 12,4% nel periodo preso in esame (aprile-giugno, mentre nel trimestre precedente era di -5,4%) e anche la Germania, che scende di -9,7%. Dall’Organizzazione precisano però che “il reale impatto della pandemia si potrà vedere solo nel terzo trimestre”.

Il PIL dell’intera area OCSE ha registrato un calo del -9,8%, che secondo l’Organizzazione rappresenta il calo “più ampio mai registrato per l’area ed è sensibilmente superiore al -2,3% registrato nel primo trimestre del 2009, al culmine della crisi finanziaria”. Su base annuale, invece, la diminuzione del PIL per l’area dell’OCSE è stata del 10,9% nel secondo trimestre, dopo il calo dello 0,9% attestato nel trimestre precedente”.

(aise)

Foto sandyjohnhood CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.