Covid-19, ieri in Slovacchia 100 nuovi casi, non succedeva da metà aprile (e due morti)

Nella giornata di martedì 18 agosto sono stati processati 3.684 test COVID-19, il secondo numero più rilevante dallo scorso 1 giugno, quando furono esaminati ben 6.418 tamponi in un giorno solo (record in Slovacchia dall’inizio dell’emergenza coronavirus). E sono stati 100 i nuovi casi diagnosticati positivi al contagio, di cui 52 uomini e 48 donne di età compresa tra 5 e 98 anni. Il numero maggiore di infezioni è stato registrato ieri nei distretti di Senec (23), Bratislava (21), Dunajská Streda (11), Žilina (6), Trenčín (6), Prešov (5 ) e Galanta (5). Il numero totale di test di laboratorio completati nel paese finora è di 300.586.

Era dalla metà di aprile che non venivano contati così tanti casi in 24 ore. Un segnale importante dei contagi di ritorno, principalmente dovuto ai turisti rientrati in Slovacchia da paesi stranieri. Negli ultimi sette giorni sono stati trovati 332 nuovi positivi in Slovacchia (vedi grafico sotto), pari all’11% di tutti i 3.022 casi registrati finora. Questo trend ha fatto schizzare al valore di 49 la mediana settimanale dei nuovi contagi nei sette giorni, un indicatore che un mese fa viaggiava intorno a 20.

Negli ultimi 30 giorni il numero complessivo di infezioni è cresciuto del 50%, di mille unità, passando dai 2.021 del 20 luglio ai 3.022 attuali. Uno sviluppo più veloce delle guarigioni, passate nello stesso periodo da 1.538 a 1.997 (+30%), mentre il numero degli attualmente positivi è nel frattempo salito da 455 a 992 (+118%).

Fino a ieri erano 64 le persone ricoverate in ospedale, (42 con diagnosi COVID-19 confermata e gli altri in attesa dei risultati del tampone). Erano 4 le persone in terapia intensiva, tutte in ventilazione polmonare artificiale.

Salgono intanto anche le morti attribuite al coronavirus. Due sono le vittime registrate ieri, portando il numero dei deceduti a 33. Come informa il ministero della Salute, l’autopsia ha confermato la morte di una forma polmonare di questa malattia in un paziente di 80 anni di Košice, ricoverato all’ospedale universitario L. Pasteur di Košice. Il secondo deceduto con la stessa causa di morte è un uomo di 79 anni di Spišská Belá, ricoverato all’ospedale universitario J.A. Reimana a Prešov.

Maggiori informazioni e statistiche sul sito www.korona.gov.sk.

(La Redazione)

Foto ŽupaBA VUCBA cc by

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.