Turismo: una nuova app per il soccorso in montagna

Il Servizio di Soccorso in Montagna (Horská záchranná služba, HZS) ha lanciato una nuova app che consente ai turisti di chiedere aiuto in caso di emergenza con un solo pulsante.

Soprannominata “il soccorritore tascabile”, l’app consente inoltre di condividere la propria posizione con i soccorritori e di controllare le previsioni del tempo e gli avvisi del servizio meteorologico riguardanti tutte le montagne del Paese. Sviluppata dalla società Medical Information Technologies, funziona anche nella Repubblica Ceca, in Austria e in Ungheria grazie ad un accordo di cooperazione transfrontaliera. È utilizzabile facilmente dalle persone ipovedenti e ipoacusiche ed è accessibile nell’App Store e in Google Play.

Nonostante il servizio venga fornito solo in slovacco, l’app è intuitiva e permette una facile navigazione agli utenti.
Si tratta dunque di strumento moderno, utile per velocizzare i soccorsi in montagna, dove secondo le recenti statistiche gli interventi effettuati negli ultimi dieci anni sono cresciuti in misura esponenziale, fino al 182%. Almeno un quarto degli escursionisti chiede aiuto perché si è perso o è rimasto bloccato. “Un dato allarmante”, come sottolinea il direttore di HZS Jozef Janiga.

Come funziona l’app

In caso di necessità basta un semplice clic sul pulsante “Privolať pomoc” (richiesta di aiuto) per consentire all’utente di collegarsi immediatamente con la linea di emergenza HZS, anche tramite chat o messaggi di testo.
Oltre alla posizione GPS, l’app permette agli escursionisti di condividere informazioni sul proprio stato di salute, di contattare i famigliari e di fornire tutte le informazioni importanti per accelerare il soccorso.
L’app fornisce anche informazioni utili sul centro di soccorso alpino più vicino, la stazione di salvataggio dotata di defibrillatore o semplicemente lo chalet di montagna più vicino.

In montagna la cautela non è mai troppa. Prima di un’escursione è di fondamentale importanza pianificare bene il tragitto e non avventurarsi mai da soli senza comunicare il proprio percorso. Per questo l’app include anche un’autentica novità tecnologica: il libro elettronico, un libro virtuale in cui i turisti inseriscono la destinazione e l’orario previsti per il rientro. In caso di necessità, sarà l’app ad avvertire gli operatori di HZS.

(Paola Ferraris)

Foto: HZS

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.