La coalizione cambia in Parlamento le regole per l’elezione del Procuratore generale

La coalizione di governo ha approvato ieri in Parlamento nuove regole per l’elezione e la rimozione del Procuratore generale e del Procuratore speciale. Secondo la nuova legislazione, anche i candidati con professioni legali che non sono pubblici ministeri potranno accedere alla carica di procuratore generale. Viene inoltre esteso il numero di persone e istituzioni abilitate a nominare i candidati. Il provvedimento, presentato in aula con procedura accelerata,  è stato votato da 82 deputati sui 122 presenti, mentre 40 hanno espresso voto contrario. Entra in vigore con effetto immediato.

I candidati alla carica di procuratore generale o procuratore speciale devono essere cittadini slovacchi di età superiore ai 40 anni, senza precedenti penali e con almeno 15 anni di esperienza in una professione legale. I candidati al posto di procuratore speciale dovranno inoltre sottoporsi a un esame giudiziario professionale. Il Parlamento potrà proporre l’allontanamento del procuratore generale e del procuratore speciale se questi cessano di esercitare i loro poteri «in modo corretto, onorevole, indipendente o imparziale».

I candidati eleggibili devono avere rinunciato per almeno due anni alla carica di presidente, parlamentare, parlamentare europeo, membro del governo, segretario di stato, governatore regionale, sindaco o difensore civico. E devono sostenere la propria candidatura alle audizioni pubbliche della commissione costituzionale del Parlamento. Secondo le nuove normative, solo il procuratore generale non potrà più diventare procuratore speciale.

Le proposte di candidatura per i capi di Procura generale e Procura speciale potranno essere presentante dai deputati del Consiglio nazionale, dal ministro della Giustizia, dal difensore civico dei diritti, dal consiglio dei procuratori della Repubblica Slovacca, dall’organizzazione professionale degli avvocati e delle facoltà di giurisprudenza, e dall’Istituto di Stato e di diritto dell’Accademia delle scienze slovacca (SAV). Fino ad ogi il procuratore speciale poteva essere eletto e rimosso dal Parlamento su proposta del procuratore generale sulla base di una procedura di selezione.

Con questo emendamento, dicevamo diventa possibile anche l’elezione a PG di chi non è già procuratore. Il che aprirebbe alla strada alla nomina, più volte candeggiata dal primo ministro Igor Matovič (OĽaNO), dell’ex collega di partito ed ex ministro Daniel Lipšic, ritornato alla professione di avvocato dopo aver lasciato il Parlamento nel 2016 a seguito dell’uccisione di un uomo in un incidente stradale. Lipšic è molto noto per la sua professione legale, e oggi è tra le altre cose avvocato della famiglia del giornalista assassinato Ján Kuciak.

(La Redazione)


Foto NRSR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.