Morto Miloš Jakeš, fu l’ultimo segretario generale del KSČ prima della Rivoluzione

È morto a 97 anni il 10 luglio l’ultimo segretario generale del Partito comunista della Cecoslovacchia (KSČ) Miloš Jakeš. Entrato nel partito a 23 anni nel 1945, ne divenne segretario generale nel 1987, subentrando a sorpresa a Gustáv Husák in una drammatica seduta del Politburo, e mantenne la posizione fino al 24 novembre 1989, una settimana dopo la brutale repressione dei manifestanti nella Národní třída a Praga, fatto che dette il via alla Rivoluzione di velluto. Sostenitore del movimento di normalizzazione all’interno del Partito comunista, Jakeš cercò di intraprendere una timida politica di riforme economiche, flebilmente in sintonia con la perestroika di Michail Gorbačëv. Ma a seguito della caduta dei regimi comunisti in Ungheria e Polonia la popolazione cecoslovacca si è riversata nelle piazze a manifestare per chiedere la fine del monopartitismo, più diritti umani e democrazia: gli elementi coagulanti della Rivoluzione di velluto che portò anche la Cecoslovacchia alla democrazia alla fine del 1989.

Nel dicembre 1989 fu espulso dal Partito comunista. Allora si difese riguardo alle sue responsabilità nel crollo del regime: «Respingo totalmente la responsabilità politica per gli eventi del 17 novembre 1989, perché la decisione politica era che le forze dell’ordine non dovevano intervenire contro i partecipanti alla manifestazione. Qualsiasi altra affermazione è falsa e persegue intenzioni politiche».

Miloš Jakeš era noto per i suoi discorsi retorici e a volte confusi, ma anche sinceri, che all’epoca erano divenuti oggetto di satira tra cechi e slovacchi. Dopo il 1989 Jakeš ha subito diverse accuse, inclusa quella di alto tradimento per aver lavorato con i sovietici durante l’invasione del 1968 e per aver abusato della legge sulle frontiere per sparare ai cittadini che cercavano di fuggire a Ovest.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.