InoBat avvierà una linea pilota di batterie “su misura” per auto elettriche

È in arrivo in Slovacchia un grande investimento per la creazione di un centro di ricerca e sviluppo e di una linea pilota di produzione di batterie per auto elettriche con una capacità totale di 100 MWh. Lo ha comunicato InoBat Auto, la principale azienda europea del settore, che finanzierà il progetto con uno stanziamento di 10 milioni di euro e il supporto di alcuni investitori internazionali.

Primo fra tutti, la società di consulenza finanziaria e gestione degli investimenti IPM Group, che conta sedi a San Francisco, Londra, Seoul, Hong Kong e Bratislava e attualmente sta puntando sul settore InfraTech, e il gruppo praghese ČEZ, una delle maggiori compagnie energetiche europee. La società statunitense Wildcat Discovery Technologies, specializzata nello studio di nuovi materiali nel settore energetico e nello sviluppo di materiali avanzati per batterie ricaricabili e primarie, fornirà anche il supporto dell’intelligenza artificiale.

InoBat Auto ha annunciato l’acquisizione di un edificio esistente e di un terreno nei pressi di Voderady (regione di Trnava) con una superficie totale di 27.000 metri quadrati. La ristrutturazione dell’immobile inizierà alla fine dell’anno. Grazie alla realizzazione del progetto, che consentirà la creazione di circa 150 nuovi posti di lavoro altamente qualificati, InoBat Auto sarà il primo fornitore europeo su larga scala di batterie per veicoli elettrici “personalizzate”, cioè studiate per le specifiche esigenze dei produttori.

Entro il 2024, inoltre, si prevede un ulteriore investimento di un miliardo di euro per la costruzione di una Gigafactory da 10 GWh in grado di fornire batterie all’avanguardia e su misura per 240.000 veicoli elettrici.

Il governo slovacco entrerà a farte di un partenariato che unirà numerose aziende dell’Europa centrale con un finanziamento di 5 milioni di euro, attualmente all’esame della Banca europea per gli investimenti (BEI). Si tratta di un progetto considerato “strategico” in quanto finalizzato alla produzione sostenibile di batterie e all’indipendenza tecnologica europea. La costruzione della prima linea di produzione di 100 MWh inizierà entro la fine dell’anno con le prime batterie pronte per la distribuzione nel 2021.

Il partenariato strategico intende trarre vantaggio dalla forte industria automobilistica operante in Slovacchia, che conta con la più elevata concentrazione di importanti produttori di componenti per auto (OEM) e il più alto numero di automobili prodotte annualmente pro capite. Un ulteriore punto di forza è costituito dal solido settore energetico dell’Europa centro-orientale.

Come ha dichiarato Marián Boček, cofondatore e CEO di InoBat Auto, l’obiettivo è ambizioso: accelerare la rapida attuazione delle soluzioni di elettromobilità in Europa, sviluppando una catena del valore pienamente integrata in grado di accrescere la competitività globale dell’economia europea e di fornire una soluzione sostenibile a lungo termine al mercato automobilistico, gravemente colpito dalla crisi pandemica.
Il nuovo progetto permetterà la creazione di una forte catena di approvvigionamento per i produttori europei di auto elettriche, riducendo loro dipendenza dalle importazioni dall’Asia. La fabbrica sarà in grado di rifornire i produttori di veicoli elettrici già dal prossimo anno, “qualcosa che nessun’altra azienda in Europa può offrire”, sostiene Boček.

“I governi della Repubblica Ceca e della Slovacchia hanno annunciato una partnership nel campo dell’elettromobilità e questo è uno dei progetti che soddisfano questa iniziativa”, ha dichiarato Pavel Cyrani, vicepresidente del Consiglio di amministrazione di ČEZ.

(Paola Ferraris)

Foto andreas160578 CC0
Aymanejed CC0

 

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.