Il governo approva assestamento al bilancio: il deficit per il 2020 passerà da 3 a 12 miliardi di euro

Il consiglio dei ministri ha approvato oggi un assestamento al bilancio statale per quest’anno che prevede un nuovo deficit di 12 miliardi di euro, ben 9 e passa miliardi in più del bilancio approvato in autunno. Il ministero delle Finanze ha redatto la nuova previsione di bilancio secondo gli impatti dell’epidemia di coronavirus evidenziati finora, nonché le minori entrate fiscali e non fiscali che si stima si verificheranno fino alla fine del 2020. Viene inoltre considerata la necessità di finanziamenti per spese non coperte che non erano previste nel bilancio di quest’anno. Secondo i piani, il Parlamento dovrebbe discutere dell’emendamento nei prossimi giorni con una procedura legislativa accelerata.

Secondo il documento, verranno a mancare entrate sia fiscali che non fiscali pari a 1,4 miliardi di euro. Le spese totali dovrebbero aumentare di quasi 7,8 miliardi a causa di costi direttamente correlati alla pandemia (per 4,9 miliardi) e a finanziamenti per spese scoperte (2,9 miliardi). Con questi adeguamenti, il disavanzo aumenterà fino a 9,2 miliardi di euro. Con la nuova versione del bilancio di previsione 2020, le entrate totali dovrebbero raggiungere i 14,4 miliardi di euro (contro i 15,8 previsti in origine), mentre le spese dovrebbero ammontare a 26,3 miliardi di euro (anziché 18,5 miliardi). Il disavanzo complessivo di bilancio dovrebbe ammontare a 12 miliardi di euro (11,95 miliardi, per la precisione). Nella legge approvata in autunno il deficit doveva essere pari a 2,8 miliardi cioè lo 0,49% del PIL, in vista di un pareggio di bilancio che doveva avvenire nel 2021.

⚠️MUSELI SME OPRAVIŤ TOHTOROČNÝ ROZPOČET⚠️Reagujeme na dôsledky koronavírusu, ako aj výpadok daňových a nedaňových…

Uverejnil používateľ Ministerstvo financií SR Streda 8. júla 2020

L’aumento delle spese causate dalla crisi del coronavirus tengono conto in particolare di maggiori trasferimenti alla società di previdenza sociale Sociálna poisťovňa, ai fondi per il sostegno delle imprese promosse dal ministero del Lavoro e alle spese per la compensazione dei costi di affitto, legge promossa dal ministero dell’Economia.

(La Redazione)

Foto MF SR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.