Oleodotto Bratislava-Schwechat, no definitivo al percorso nell’area protetta di Žitný ostrov

La regione autonoma di Bratislava, così come l’amministrazione del distretto di Bratislava-Petržalka, si sono già chiaramente opposte alla costruzione di un oleodotto attraverso Bratislava, ovvero anche attraverso l’area di alta sensibilità ambientale di Žitný ostrov, nota per essere la più grande riserva di acque potabili sotterranee in Slovacchia e in Europa. L’infrastruttura slovacco-austriaca, di cui si parla da ormai oltre quindici anni, che deve collegare Bratislava con Schwechat, vicino a Vienna, non avverrà attraverso Žitný ostrov. Lo ha confermato nelle scorse settimane anche il segretario di Stato del ministero dell’Economia Karol Galek (SaS).

Il sottosegretario ha informato che sono stati compiuti i primi passi «per proteggere l’area di Žitný ostrov». Del resto lo stop al progetto dell’oleodotto in queste forme è presente nel programma di governo approvato dal Parlamento in aprile. Anche se non potrà seguire il percorso già studiato, la costruzione dell’oleodotto slovacco-austriaco è ancora attuabile, ma va cercata una tratta diversa. «Discuteremo ancora con gli austriaci il percorso dell’oleodotto, ma l’infrastruttura non passerà per Žitný ostrov», ha affermato Galek.

Il suo capo, il ministro dell’Economia Richard Sulík (SaS) ha discusso del progetto il mese scorso con la ministra austriaca per gli Affari digitali ed Economici Margareta Schramböcková (ÖVP), informando la collega della contrarietà del ministero slovacco al percorso dell’oleodotto attraverso Žitný ostrov a causa dei rischio potenziali alla protezione ambientale e delle acque sotterranee, invitando a cercare un percorso alternativo che soddisfi tutti i criteri necessari e la sostenibilità dell’opera.

L’oleodotto Bratislava-Schwechat Pipeline (BSP) è un progetto della società slovacca Transpetrol (proprietaria del 74%) e del gruppo petrolifero austriaco OMV (26%), ed è in attesa da diversi anni di soluzioni alternative per il tracciato delle tubazioni. Il percorso previsto doveva passare per il 90% della sua lunghezza totale (circa 80 chilometri) attraverso il territorio dell’Austria, il cui governo nazionale e locale è pronto da anni alla costruzione. I problemi sono nel tracciato della sezione slovacca dell’opera. Transpetrol è una società a controllo statale al 100%, attraverso l’azionista ministero dell’Economia.

La joint venture BSP sottolinea che il territorio di Žitný ostrov è già attraversato da 17 chilometri dell’oleodotto Druzhba (conosciuto come l’Oleodotto dell’Amicizia) che trasporta il petrolio russo nell’Europa occidentale, un’opera costruita ancora negli anni ’60 del secolo scorso, e che nella zona ci sono anche diverse stazioni di rifornimento o varie strutture di trasporto per il transito del petrolio in Slovacchia.

Il progetto di BSP ha visto nella sua fase iniziale diverse varianti, che nella sua versione del 2008 ha previsto il tracciato attraverso il territorio di Žitný ostrov. Successivamente è stata sviluppata una proposta per dieci percorsi nel cosiddetto corridoio dei Carpazi, attraverso i Piccoli Carpazi verso il villaggio austriaco di Marchegg, oppure in un corridoio urbano che doveva attraversare la capitale Bratislava. Gli attivisti ambientali hanno spinto per il tragitto nei Carpazi, che però sarebbe stato più costoso finanziariamento.

Il costo del progetto fu stimato tra 75 e 140 milioni di euro, e la Slovacchia avrebbe dovuto iniziarne la costruzione nell’autunno 2004. Ma i problemi di tracciato hanno fatto rimandare fino ad oggi l’avvio dei lavori. L’oleodotto dovrebbe funzionare in entrambe le direzioni, vale a dire che in caso di interruzione delle forniture di petrolio (russo) attraverso Druzhba, la Slovacchia sarebbe in grado di ricevere forniture di petrolio attraverso la rete di oleodotti austriaci TAL e AWP.

(Red)

Foto CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.