Remišová diventa ministro degli Investimenti, dello Sviluppo regionale e dell’Informatizzazione

L’Ufficio del vice primo ministro per gli Investimenti e l’Informatizzazione è stato trasformato nel nuovo ministero degli Investimenti, dello Sviluppo regionale e dell’Informatizzazione (MIRRI). E mercoledì la presidente della Repubblica Zuzana Čaputová ha nominato Veronika Remišová (Za ľudí) a capo del ministero.

Čaputová pensa che il nuovo ministero possa svolgere un ruolo chiave nella trasformazione della Slovacchia. Il nuovo ministro dovrà stabilire le regole per il buon ed efficace funzionamento dell’ente statale e partecipare attivamente alla creazione della visione e della strategia per il futuro sviluppo della Slovacchia. «Come è noto, la Slovacchia è uno dei paesi che finora è più in ritardo nell’utilizzare i Fondi europei. Questa situazione richiede un cambiamento di passo e che i considerevoli fondi che abbiamo ancora disponibili in questo periodo di programmazione siano utilizzati in modo trasparente, senza inutili ritardi burocratici e corruzione. Allo stesso tempo, da questo ministero ci si aspetta che vengano stabilite nuove regole per l’utilizzo dei fondi che avremo disponibili nel nuovo periodo di programmazione. La vostra proposta di avere un solo programma operativo con più assi prioritari e un’autorità di gestione che stabilisca procedure chiare, eque e trasparenti persegue questo obiettivo», ha detto la presidente.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Il nuovo ministero assumerà le responsabilità dell’Ufficio del vice primo ministro per Investimenti e Informatizzazione, e le funzioni del ministero dell’Agricoltura relative allo sviluppo delle regioni, che inizieranno a rientrare nell’agenda del MIRRI dal 1° ottobre, oltre ad alcune altre funzioni ora gestite dall’Ufficio del governo (tra cui i fondi del Meccanismo finanziario svizzero e del Meccanismo finanziario norvegese) e dal ministero delle Finanze (per quanto riguarda il dipartimento dei pagamenti). Il disegno di legge che proponeva di trasformare l’Ufficio in un ministero è stato approvato dal governo l’11 maggio e trasformato in legge dal Parlamento quattro giorni dopo con procedura accelerata.

Il capo dello Stato ha sottolineato che, come sembra al momento, la Slovacchia dovrebbe poter contare su circa otto miliardi di euro per avviare riforme che dovrebbero portare a un cambiamento fondamentale nel funzionamento dello Stato. «È una finestra di opportunità che non si apre tutti i giorni. Sono convinta che ora sia necessario riunire i migliori cervelli in Slovacchia per aiutare a determinare visione, priorità chiare e aree da sviluppare in modo da poter vivere in uno stato più verde, più giusto e più moderno». Rivolgendosi al nuovo ministro, Čaputová le ha detto che è ora «responsabile di garantire che enormi risorse europee vengano utilizzate in modo efficace non solo per i suoi elettori e cittadini della Repubblica, ma anche per le generazioni future, perché in questo momento abbiamo un’opportunità unica di far avanzare la Slovacchia di una generazione».

La presidente Zuzana Čaputová, che ea entrata in contatto con una persona infetta al Covid-19, e che si era sottoposta a quarantena volontaria la scorsa settimana, è risultata negativa al test. Ma le «misure preventive adottate restano in vigore e il programma della presidente viene annullato fino a quando non saranno disponibili i risultati di un secondo tampone nei prossimi giorni», ha scritto l’ufficio stampa dell’ufficio presidenziale.

«Meno burocrazia, migliore utilizzo degli Eurofondi, sostegno coerente e sistematico allo sviluppo regionale e alla digitalizzazione che serviranno ai cittadini. Questi sono gli obiettivi principali del nuovo Ministero degli Investimenti, dello Aviluppo regionale e dell’Informatizzazione della Repubblica Slovacca (MIRRI)», si legge sul nuovo sito del ministero. Dopo la nomina del ministro Remišová da parte della presidente, il governo ha approvato lo statuto del nuovo ministero.

Dnes som z rúk prezidentky Slovenskej republiky prijala poverenie viesť Ministerstvo investícií, regionálneho rozvoja a…

Uverejnil používateľ Veronika Remišová Streda 1. júla 2020

Secondo Remišová, durante i primi 100 giorni del governo «è stata adottata una legislazione per semplificare i Fondi europei, trasferire 1,2 miliardi di euro per la lotta al COVID-19 e ottenere finanziamenti per la conservazione del lavoro, forniture mediche e prestiti per le aziende. Un nuovo bando indirizzato ad aiutare le regioni è attualmente in fase di valutazione», ha affermato la neo ministra, aggiungendo che ha davanti un compito difficile.

La ministra sarà affiancata da due segretari di Stato, Vladimír Ledecký che coprirà l’area dello sviluppo regionale e Marek Antal che enfatizzerà la sua attenzione sull’informatizzazione.

(Red)

Foto FB
Foto MIRRI

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.