Prestiti alle aziende garantiti dallo Stato, via al primo accordo con VÚB Banka

Il sistema di prestiti garantiti dallo Stato per aiutare le aziende a disporre della liquidità necessaria per le proprie esigenze di investimento in questa stagione eccezionale avvelenata dalla pandemia di Covid-19 ha trovato un primo sbocco reale. Nei giorni scorsi le società pubbliche Eximbanka, la banca statale di sostegno all’export, e Slovak Investment Holding, chiamate a gestire in combinata le garanzie statali, hanno siglato il primo accordo con una banca commerciale slovacca. Sarà VÚB Banka, secondo istituto di credito slovacco controllato da Banca Intesa, il primo intermediario del credito a fornire prestiti agli imprenditori slovacchi per cifre che andranno da 2 a 20 milioni di euro con un tasso di interesse massimo dell’1,9%. La garanzia di rimborso fornita da Eximbanka SR copre fino all’80-90% del valore del prestito, mentre il rischio di insolvenza sul restante 10-20% rimane a carico della banca commerciale.

Il sistema di garanzie statali è un modello che viene applicato per la prima volta in Slovacchia. Il provvedimento preparato dal ministero delle Finanze è stato approvato in Parlamento a metà maggio con una maggioranza bipartisan all’interno di un pacchetto di misure eccezionali per aiutare le imprese colpite dagli effetti della pandemia e creare le condizioni per un programma di prestiti bancari del valore di 500 milioni al mese.

Tutti i tipi di società potranno accedere al regime di prestiti bancari agevolati garantiti dallo Stato, tranne quelle coinvolte in una procedura fallimentare o di ristrutturazione aziendale, ma dovranno soddisfare determinati requisiti:
– I richiedenti devono essere in regola con i contributi versati all’istituto statale di previdenza sociale Sociálna Poisťovňa o alle assicurazioni sanitarie.
– L’azienda dovrà mantenere i posti di lavoro per tutto il periodo stabilito nell’accordo stipulato con la banca.

L’assistenza finanziaria sarà fornita fino al 31 dicembre 2020.

I prestiti sono pensati per traghettare le imprese fuori dalle secche dell’emergenza causata dalla pandemia e nel frattempo mantenere l’occupazione e fornire la liquidità necessaria all’attività imprenditoriale. I prestiti avranno una durata compresa tra 2 e 6 anni.

(La Redazione)

Foto Raten-Kauf CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.