US Steel investirà 1,5 miliardi. Parlamentari nella Slovacchia orientale per “ascoltare le imprese”

La commissione parlamentare per gli affari economici continuerà a fare visite presso importanti aziende di varie regioni, perché le informazioni di prima mano provenienti direttamente dalle imprese aiuteranno il Parlamento a preparare provvedimenti per aiutarle. Così si è espresso oggi il capo della commissione Peter Kremský (OĽaNO) a seguito di una sua visita nella Slovacchia orientale. «È per noi fondamentale conoscere la situazione affrontata dai maggiori datori di lavoro, produttori e fornitori di servizi e delle società di trasporto ed energia direttamente sul campo», «Solo così possiamo adattare le leggi per sostenere le loro attività, anziché ostacolarle o complicarle», ha detto.

Kremský ha riferito, nella visita a Košice, della soddisfazione nell’apprendere che l’acciaieria U.S. Steel Košice sia ancora un investimento strategico per la società madre statunitense, che ha intenzione di migliorarlo nel prossimo futuro. La società metallurgica intende investire nei prossimi dieci anni fino a 1,5 miliardi di euro, principalmente nel finalizzare prodotti e una produzione più ecologica nonostante l’attuale sempre difficile situazione del mercato dell’acciaio e la concorrenza delle forniture a basso costo provenienti da Cina, Russia e India. Nel 2019 la società ha visto un crollo di produzione, mentre il fatturato ha avuto una leggera flessione, con un risultato finale lordo in rosso di 57 milioni di euro, contro i 359 milioni di utile dell’anno prima.

Le modifiche legislative in corso di preparazione da parte del governo di Igor Matovič (OĽaNO) miglioreranno la competitività delle società slovacche e renderanno i posti di lavoro più stabili, ha detto Kremský. Secondo il quale aziende come U.S. Steel, Whirlpool ed Embraco hanno chiesto durante i colloqui con i parlamentari una maggiore flessibilità nel codice del lavoro, una riduzione dei prezzi dell’energia e l’eliminazione della burocrazia superflua. I loro costi di produzione continueranno, in caso contrario, ad aumentare rendendo più costosi i propri prodotti. Un problema particolarmente grave quando si guarda alla competitività degli altri impianti nell’Europa meridionale e in altri continenti.

(Red)

Foto usske.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.