Arrestato in un ospedale ceco Jozef Majský, deve rispondere della frode del secolo

La polizia ha dichiarato di avere arrestato in un ospedale ceco Jozef M., sul quale era stato emesso dalla Corte suprema un mandato di arresto europeo in vista di una prossima udienza. Secondo i media stiamo parlando del caso del “crack del secolo” delle finanziarie BMG Invest e Horizont Slovakia, di cui l’uomo d’affari Jozef Majský era uno dei titolari. L’uomo è stato arrestato direttamente in ospedale dove deve essere sottoposto a un intervento chirurgico.

AKTUÁLNE: JOZEF M. BOL ZADRŽANÝ V ČESKEJ REPUBLIKEV súvislosti s Jozefom M. a blížiacim sa súdným pojednávaním začala…

Uverejnil používateľ Polícia Slovenskej republiky Streda 17. júna 2020

A marzo dello scorso anno la Corte suprema aveva sospeso il processo a suo carico per le sue condizioni mediche, e la prossima udienza era prevista per il 1° luglio. Gli agenti della NAKA hanno scoperto che l’imprenditore era stato ricoverato in ospedale nella Repubblica Ceca (secondo TV Markíza nella città di Šumperk) e con l’aiuto dei colleghi cechi lo hanno messo sotto stretta sorveglianza. Non è chiaro se ci sono i tempi per l’estradizione in modo da fare partecipare l’uomo all’udienza, o se questa verrà spostata: c’è di mezzo l’operazione chirurgica e la convalescenza, e poi la procedura di estradizione dalla Cechia per cui sono necessarie diverse settimane (si parla di 60 giorni), a meno che lo stesso Jozef Majský non accetti l’estradizione in Slovacchia.

Il caso giudiziario è incentrato su una frode finanziaria di enorme entità che ha mietuto migliaia di vittime tra i piccoli investitori che avevano messo nella finanziaria fallita Horizont Slovakia ben 368 milioni di euro di depositi con promessa di rendimento al 30%. Un tipico “schema Ponzi” che ha portato al fallimento la Horizont e la sorella BMG Invest lasciando tutti a bocca asciutta. I risparmiatori non solo non hanno visto una corona di interessi, ma sono stati risarciti del capitale con le briciole, appena il 4,5% di quanto investito.

Nel processo che lo vede imputato insieme ad altri, Majský fu dispensato la prima volta nel marzo 2018 per ragioni di salute. In quella occasione due altri imputati, Dávid Brtva e Patrik Pachinger, ricevettero condanne per nove e sette anni rispettivamente. Ma Brtva è già in libertà vigilata e Pachinger, nel frattempo, ha richiesto la libertà condizionale, che gli è stata rifiutata, e deve presentarsi a un processo per appropriazione indebita presso il tribunale distrettuale di Bratislava I che è stato rimandato causa Covid.

Secondo tvnoviny.sk su Jozef Majský potrebbe cadere ora la vendetta di Marian Kočner. Majský avrebbe dovuto testimoniare a favore di Kočner nel processo per contraffazione delle cambiali di TV Markíza, ma non si presentò. Ora Kočner, che in quel processo è stato condannato a 19 anni, potrebbe rendergli pan per focaccia.

Jozef Majský è stato condannato dall’ex Tribunale speciale a una pena detentiva di 12 anni nel 2007. Successivamente è stato processato dall’attuale Tribunale penale specializzato a Pezinok. Nel 2005 l’uomo è sfuggito alla giustizia, un fatto che secondo una conversazione captata in un video tra l’ex procuratore generale Trnka e l’uomo d’affari Marian Kocner è stato il frutto di una colossale bustarella.

(Red)


Foto FB/policiaslovakia

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.