La nuova politica dei parcheggi a Bratislava potrebbe slittare in avanti

Il comune di Bratislava non è in grado al momento di confermare la data di lancio della nuova politica di parcheggio in tutta la città. La sua introduzione era prevista per il 2021, ma ora il municipio stima che gli effetti della crisi pandemica porterà grossi buchi nelle entrate della città, e quindi risulta impossibile adesso stimare adeguatamente quanti soldi il comune può destinare all’avvio della rivoluzione dei parcheggi nel territorio della capitale. Secondo la portavoce del comune si sta attualmente svolgendo un «processo di acquisizione del nucleo software del sistema di parcheggio e altre gare pubbliche per servizi correlati», tra cui «progetti di organizzazione dei trasporti e indagini sul traffico per nuove aree di parcheggio, portali di pagamento, applicazioni mobili e parchimetri».

L’amministrazione cittadina della capitale slovacca afferma di lavorare intensamente alla preparazione di una politica di parcheggio in tutta la città, e si sta coordinando con i distretti urbani di Bratislava nel corso dell’intero processo. Con gli uffici distrettuali «stiamo preparando i siti in cui verranno lanciate le prime zone di parcheggio». Il quartiere di Petržalka, il più popoloso di tutta la Slovacchia, ha già lanciato il suo progetto pilota del sistema di parcheggio lo scorso anno in una parte del suo territorio. In seguito sono partiti nuovi progetto pilota in una zona residenziale di 500 appartamenti a Ružinov all’inizio dell’anno, e in queste settimane stanno per partire altre zone di parcheggio regolamentato nel quartiere Nové Mesto (in autunno intorno a via Tehelná) e nel distretto periferico di Rača. Come si legge sul sito dedicato del municipio di Nové Mesto, il nuovo sistema di parcheggio, che sarebbe dovuto partire in maggio ma è stato rimandato causa Covid, «andrà a beneficio della gente del posto rispetto ai visitatori, porterà entrate fiscali e determinerà esattamente dove parcheggiare».

Il comune e i distretti interessati stanno valutando insieme i risultati dei piani pilota. Con il lancio dei parcheggi regolamentati in tutta la città le zone a pedaggio dovrebbero essere addebitate solo nei luoghi in cui esiste un problema significativo di carenze di parcheggi, e solo quando il problema persiste. I conducenti che non hanno residenza permanente a Bratislava dovranno pagare per parcheggiare nelle zone riservate. Ma anche i residenti di Bratislava pagheranno.

(Red)

Foto FB/Naše Nové Mesto

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.