Movimenti tra Italia e Slovacchia: dall’Ambasciata a Roma le ultime informazioni

L’Ambasciata della Slovacchia in Italia ha pubblicato ieri su Facebook l’aggiornamento delle condizioni di viaggio tra Slovacchia e Italia. Come si sa, Bratislava ha aperto la libera circolazione ai paesi considerati a basso rischio coronavirus, che sono ora 19, tra cui gli Stati confinanti tranne la Polonia.

L’Italia rimane invece tra i paesi considerati a rischio. Pertanto, come indicato al punto 5 del post, per gli ingressi in Slovacchia rimane necessario un test negativo al Covid-19. Riportiamo qui il testo.

5. Condizioni di rientro-rimpatrio nella Repubblica Slovacca

È necessario arrivare in Slovacchia con la conferma di un test negativo al COVID-19 non più vecchio di 96 ore, ed entro 5 giorni è necessario averne uno nuovo fatto presso l’Ufficio regionale della sanità pubblica (RÚVZ).

Poiché in Italia il test può essere eseguito solo in modo molto complicato, e in alcune regioni il test non può affatto essere eseguito, i viaggiatori provenienti dall’Italia dovrebbero ordinare un test in Slovacchia prima del viaggio o contattare l’Ufficio sanitario pubblico regionale competente nella Repubblica Slovacca (vedere su www.uvzsr.sk) e informarsi sulle possibilità di fare il test.

All’arrivo, o non appena conoscono il risultato del test dopo l’arrivo, [i viaggiatori] sono tenuti a presentare immediatamente il risultato del test negativo all’ufficio RÚVZ competente.

Successivamente, saranno sottoposti a un secondo test non prima di 5 giorni in accordo con l’ufficio RÚVZ. Sono obbligati a rimanere sempre in isolamento [domestico], ad eccezione del momento del test. Se non possono stare in isolamento domiciliare (che viene ordinato anche per le persone conviventi), possono organizzarsi con un alloggio al di fuori del domicilio (indirizzo che va notificato a RÚVZ).

Per il momento è possibile entrare e uscire dal territorio italiano solo con mezzi di trasporto personali e, in misura limitata, per via aerea, a meno che non venga ripreso il trasporto internazionale di autobus e ferrovia (e il trasporto aereo). Non ci sono informazioni su quando questo sarà possibile.

È consentito il trasporto internazionale via camion, i conducenti devono avere con sé mascherina, guanti e gel disinfettante oltre ai normali documenti, e mantenere una distanza di un metro quando comunicano con altre persone.

Per l’inosservanza degli obblighi di una delle misure sopra indicate si può essere multati da 400 euro a 3000 euro. Ai soggetti giuridici può essere ordinata la chiusura da 5 a 30 giorni e ricevere una sanzione fino al doppio di quell’importo. La multa va pagata in loco in contanti.

Leggi tutto il post dell’Ambasciata Slovacca.

(Red)

Foto Matt Hecht CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.