Fondo per la Transizione Equa della UE: proposto aumento risorse per la Slovacchia

Nell’ambito del piano europeo per la ripresa economica (Recovery Fund) presentato dalla Commissione europea la scorsa settimana, è stato proposto di aumentare il Fondo di transizione equa (JTF) da 7,5 a 40 miliardi di euro.

L’obiettivo del Fondo è quello di consentire una progressiva riduzione del consumo di combustibili fossili e il passaggio a tecnologie meno inquinanti in tutti i settori, favorendo la transizione di alcune aree problematiche dell’Europa verso un’economia “climaticamente neutra, verde, competitiva e inclusiva”.

Per la Slovacchia la proposta si tradurrebbe in un notevole incremento delle risorse disponibili: dai 162 milioni di euro stanziati inizialmente fino a 954 milioni. I fondi dovrebbero essere utilizzati per la trasformazione della regione mineraria dell’Alto Nitra, con la cessazione dell’estrazione del carbone a Nováky entro il 2023, nonché per il sostegno ai progetti verdi del cementificio Považská di Ladce, nella regione di Trenčín, e ad analoghe iniziative avviate nella regione di Košice dal cementificio di Turňa nad Bodvou, dall’acciaieria U.S. Steel e dalla centrale a carbone di Vojany.

Si tratta delle regioni che incontrano le maggiori difficoltà nella gestione dei costi della transizione e necessitano di un massiccio intervento per poter raggiungere gli obiettivi climatici dell’UE previsti per il 2050. L’acciaieria di Košice, infatti, risulta essere lo stabilimento industriale con il più alto livello di emissioni di anidride carbonica in Slovacchia.

Il fondo prevede sovvenzioni a sostegno dell’occupazione, della riqualificazione professionale dei lavoratori – circa 5.000 nel settore estrattivo – e dei progetti di PMI e start-up volti a creare nuove opportunità di crescita economica in queste regioni.

Inoltre, sostiene gli investimenti necessari per l’introduzione di tecnologie innovative e per l’efficienza energetica, dopo la chiusura delle miniere di carbone e la trasformazione delle industrie ad alta intensità di carbonio.

Nel caso specifico della Slovacchia, il documento-guida della Commissione europea sulla Transizione Equa individua alcune aree di intervento, come la digitalizzazione, lo sviluppo di nuove imprese attraverso incubatori aziendali e il miglioramento dell’economia circolare.


Che cos’è e come funziona il Fondo per la Transizione Equa

Il Fondo per la transizione equa è stato istituito il 14 gennaio di quest’anno all’interno del Green Deal, il “Piano di investimenti per un’Europa sostenibile”. Il suo obiettivo principale è il sostegno alle regioni più esposte alle ripercussioni negative della transizione verso un’economia sostenibile a causa della loro elevata dipendenza dai combustibili fossili o da processi industriali ad alta intensità di gas ad effetto serra.

Il piano si articola in tre punti-chiave:

  • un finanziamento di almeno mille miliardi di euro nei prossimi dieci anni grazie al sostegno della Banca europea per gli investimenti;
  • una serie di incentivi per trasformare gli investimenti nell’economia sostenibile in un pilastro del sistema finanziario;
  • il sostegno concreto della Commissione europea alle autorità pubbliche per la pianificazione e l’attuazione dei progetti sostenibili.

Perché transizione “equa”?

Nel processo di transizione verso un’economia climaticamente neutra, è di fondamentale importanza garantire pari condizioni a tutte le aree dell’Europa. Il meccanismo della transizione equa è stato introdotto per fornire un sostegno mirato ad attenuare l’impatto socioeconomico della transizione nelle aree considerate “più deboli”.

Per accedere ai finanziamenti, gli Stati membri dovranno presentare piani territoriali di transizione equa coerenti con i Piani nazionali per l’energia e il clima per il 2030 e rispettare precisi obblighi, integrando i finanziamenti del Fondo con contributi dal Fondo europeo di sviluppo regionale e dal Fondo sociale europeo Plus, nonché con risorse nazionali supplementari.

(Paola Ferraris)

Foto geralt CC0
Tyna_Janoch CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.