Tangenziale di Bratislava, concesso altro tempo al concessionario

Il concessionario della tangenziale di Bratislava D4-R7 ha ottenuto dall’Ufficio per le costruzioni speciali altri 90 giorni per presentare documentazione che attesti che la costruzione del terrapieno dell’autostrada nei pressi del distretto di Jarovce è in linea con l’interesse pubblico. Il ministro dei Trasporti Andrej Doležal lo ha dichiarato oggi in conferenza stampa, affermando che la questione si trascina da gennaio e che secondo il suo punto di vista si tratta “praticamente di una costruzione illegale”, in quanto non conforme né a un permesso di costruzione, né a un progetto di costruzione e, almeno questa sezione, è stata realizzata con «materiale diverso da quello specificato nel permesso di costruzione».

A questo punto, ha osservato il ministro, il procedimento potrebbe avere due risultati: la concessione di un permesso di costruzione aggiuntivo o la rimozione del manufatto. Il fatto, ha spiegato un funzionario del ministero, è che se anche sia stato «utilizzato un materiale inadatto, la costruzione è stata fatta in modo tale da non impedirne il successivo utilizzo», e quindi non dovrà essere rimossa per intero. Ma in alcune delle sue sezioni i parametri superano i limiti stabiliti dagli standard e quindi, il costruttore «dovrà probabilmente rifare una parte dei lavori di sterro».

O kontaminovanom násype rozhodnú do 90 dní

O kontaminovanom násype rozhodnú do 90 dníZhotoviteľ diaľničného obchvatu D4/R7 musí do 90 dní preukázať, že úsek pri Jarovciach je bezpečný. V násype sa nachádza azbest. Zo statického hľadiska je stavba podľa posudkov v poriadku. Minister dopravy zároveň oznámil, že do konca júna otvorí časť úseku cesty R7 od obce Holice po Rovinku.Martin Prôčka

Uverejnil používateľ Správy RTVS Streda 3. júna 2020

Non molto tempo fa, il nuovo ministro dei trasporti Andrej Doležal ha parlato del rischio di non arrivare a conclusione dell’autostrada D4, almeno nella sezione vicino a Jarovce, e che la data in cui si potrà finalmente aprirla sarà notevolmente ritardata. Mercoledì ha detto ai giornalisti di vedere la “luce alla fine del tunnel”, ovvero che finalmente al concessionario è richiesto di fornire una analisi che dimostri che la costruzione è tecnicamente in ordine. Il concessionario in realtà ha già adempiuto a questo, e attende che il ministero dei Trasporti dimostri come siano stati usati rifiuti pericolosi nella costruzione del terrapieno, e se sono dannosi per la salute e per l’ambiente. Allo stesso tempo il concessionario deve portare entro 90 giorni una analisi che dimstri il contrario, ovvero che la costruzione è conforme alle normative ambientali.

Nel frattempo, gli automobilisti potranno aspettarsi delle restrizioni alla circolazione nei prossimi giorni a causa del cantiere. A causa dei lavori di costruzione della tangenziale verranno chiuse la strada I/2 tra Bratislava Petržalka e Rusovce, e la strada I/61 Bratislava – Ivanka pri Dunaji, per permettere la costruzione del ponte autostradale della futura autostrada D4 Jarovce – Rača. La chiusura completa avverrà per i prossimi quattro fine settimana, nelle date 5-8 giugno, 19-22 giugno, 26-29 giugno e 3-6 luglio 2020, sempre tra le 23:45 del venerdì e le 4:00 del lunedì. Nel caso in cui i lavori previsti siano completati in anticipo anche le strade saranno riaperte in anticipo.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.