La quarantena intelligente è ora disponibile (ma solo per Android)

Le autorità statali hanno lanciato il 23 maggio l’app eKaranténa per la quarantena “smart”, che è disponibile soltanto per i telefoni con sistema operativo Android, non avendo passato l’esame dei tecnici di Apple. All’app è stato dato il via libera prima di avere l’approvazione di Google e Apple, e in ogni caso è ancora in esecuzione in modalità test.

Ora dunque, dopo lunghe code alle frontiere e i problemi nei centri di quarantena statali, chi rientra dall’estero può optare per questa soluzione, che permetterà di passare l’intero periodo di 14 giorni di quarantena in isolamento domestico. Per il momento si può ottenere la quarantena intelligente da tre valichi di frontiera: Petržalka-Berg (Austria), Jarovce-Kittsee (Austria) e Drietoma-Starý Hrozenkov (Repubblica Ceca). Ma anche chi è già ospitato presso un centro di quarantena statale può chiedere di passare alla quarantena smart domestica. E fino a questa mattina l’app sarebbe stata scelta da un migliaio di persone circa, come ha scritto stamane sui social il primo ministro Matovič. Di questi, oltre 300 sono andati dal confine di Stato direttamente a casa propria.

Prima di entrare nel paese è tuttavia necessario compilare un modulo di registrazione online sul sito web korona.gov.sk e quindi scaricare l’app eKaranténa e attivarla. Oltre a monitorare le persone in fase di quarantena, l’app può anche essere utilizzata per avvisare gli utenti se devono o meno essere sottoposti a test per il Covid-19. L’utente verrà contattato dall’ufficio regionale dell’Autorità di salute pubblica “entro pochi giorni”, dice il sito ufficiale, oppure tramite l’applicazione eKaranténa, per prenotare il test per Covid-19 sul sito web korona.gov.sk, che rimane uno degli obblighi di chi sceglie la quarantena domiciliare intelligente. Il test si può già ordinare dal terzo giorno di quarantena.

Le persone in quarantena domestica non devono lasciare le proprie case e assicurarsi consegne di cibo o altre necessità direttamente a domicilio. Non è consigliabile, avvertono le autorità, passare la quarantena domestica con persone di età superiore ai 65 anni, la categoria di popolazione considerata più a rischio.

Il governo ha messo a disposizione una sezione di FAQ (domande più frequenti) con le risposte per i casi più e meno comuni sul funzionamento e l’utilizzo dell’app. Ad esempio, vi si spiega che la richiesta di verifica della posizione da parte dell’applicazione, e di una foto biometrica del volto dell’utente, verrà recapitata come messaggio SMS, e che le richieste di verifica durante il giorno saranno casuali di frequenza e numero. I dati raccolti dall’applicazione verranno automaticamente cancellati dopo 21 giorni, e il dispositivo non invierà la sua posizione esatta, ma solo il fatto che è stata violata la posizione fissata per la quarantena. Le foto del viso non vengono inviate a nessuno, ma è l’app stessa a verificare che l’immagine corrisponda alla persona cui è stato ordinato l’isolamento domestico. L’applicazione funziona anche con SIM card straniere.

Va ricordato che la quarantena statale obbligatoria continua ad applicarsi a tutti coloro che arrivano in Slovacchia (e ai loro conviventi) che non sono autorizzati alla quarantena smart. Rimane valido l’elenco delle categorie di persone che non devono sottoporsi a quarantena obbligatoria quando entrano nel paese, un elenco di recente aggiornato. Anche chi esce dallo Stato approfittando di un viaggio breve entro le 24 ore, come previsto dalla Fase 4 avviata la scorsa settimana non dovrà sottoporsi a quarantena al suo rientro.

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.