Governo: 200 soldati alla frontiera orientale e conferma missione Nato in Lettonia

Duecento soldati professionisti delle Forze armate slovacche saranno affiancati agli agenti della polizia per pattugliare i confini di Stato fino alla fine del 2021. Lo ha deciso il governo slovacco oggi. La decisione riguarderà principalmente l’unica frontiera esterna di Shengen della Slovacchia, dunque il confine orientale del paese con l’Ucraina. I militari saranno assegnati alla mansione «per il tempo necessario e allo scopo di eliminare possibili minacce connesse ai sorvoli illegali degli aerei attraverso la frontiera esterna, all’attraversamento illegale delle frontiere esterne slovacche e ai movimenti secondari non autorizzati attraverso la frontiera interna slovacca», si legge nel documento come riportato dai media.

Sempre oggi il consiglio dei ministri ha approvato l’estensione dell’operazione eFP della NATO negli Stati del Baltico, ovvero le attività del contingente di 152 soldati slovacchi schierato in Lettonia sotto il comando delle forze armate del Canada.

(Red)

Foto mod.gov.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.