Il futuro dell’elettromobilità in Slovacchia dopo il coronavirus

Ripensare la nostra vita quotidiana dopo la pandemia significa ridisegnare le regole del mondo in cui vivremo e la mobilità sarà un ambito fortemente toccato da un’autentica “rivoluzione copernicana”.
Gli esperti concordano: nello scenario attuale, la transizione tecnologica con il passaggio all’elettromobilità non può piú essere rinviata. Occorre sviluppare una strategia per ridare slancio al settore automobilistico, uno dei piú colpiti dal lockdown, basata su tre pilastri chiave: stimolo della domanda, sostegno alle infrastrutture di ricarica e supporto all’offerta. Questo permetterà non solo di salvare le imprese, ma anche di aumentarne la competitività a livello europeo e mondiale.

La ripresa economica potrà contare su una marcia in piú per ripartire con rapidità e lungimiranza. La mobilità del futuro sarà elettrica e avrà un ruolo sempre piú marcato nel ridisegnare la smart city, lo scenario urbano intelligente che coinvolge molteplici ambiti, dalla sanità ai beni culturali, dalla finanza al turismo.
I numeri parlano chiaro: nel 2019 si è registrata una costante crescita delle vendite dei veicoli elettrici per il trasporto di persone, oltre 2 milioni in Cina, Europa, Stati Uniti e Giappone, che costituiscono oltre il 96% dei mercati mondiali di vendita.

In Slovacchia il tema della “elettromobilità oggi e nel mondo post-pandemico” è stato affrontato in un webinar organizzato dall’Agenzia slovacca per gli investimenti e lo sviluppo commerciale (SARIO), incentrato sulla presentazione delle opinioni e delle esperienze dei rappresentanti delle aziende operanti nel campo dell’elettromobilità.
L’attuale situazione di emergenza è associata a numerose nuove sfide e opportunità per il settore dell’elettromobilità, che è in grado di contribuire a una ripresa economica più sostenibile e alla sua successiva crescita.
La pandemia di Covid-19 ha indubbiamente interrotto le catene di approvvigionamento, ridotto la produzione dell’industria automobilistica e provocato un drastico calo della domanda di auto tradizionali con motore a combustione interna.

In questo contesto, il direttore dell’Associazione slovacca per l’elettromobilità, Patrik Križanský, ha sottolineato che lo sviluppo dell’elettromobilità dipendera molto dal miglioramento dell’offerta, dalla disponibilità di una gamma più ampia di modelli EV gradualmente più convenienti in termini di prezzo, dai tempi di consegna più brevi e dalla possibilità di usufruire di incentivi statali.
Uno degli elementi chiave per lo sviluppo dell’elettromobilità non sarà tanto il potenziamento dell’infrastruttura di ricarica con un numero elevato di stazioni di ricarica, quanto piuttosto la posizione strategica delle colonnine, la loro efficienza e facilità d’uso. L’introduzione della nuova “colonnina intelligente” consentirà di aumentare le possibilità di interazione con l’utente, potrà essere gestita più agevolmente e velocemente con l’integrazione di funzionalità tecnologiche come Bluetooth e WiFi e l’abilitazione di nuovi servizi.

In Slovacchia, che conta sul maggior numero di automobili prodotte pro capite nel mondo, l’elettromobilità può diventare il “trampolino di lancio” nel processo di transizione tecnologica. Gli esperti concordano che per acquisire un ruolo determinante in tale processo, il Paese deve avviare un partnenariato intersettoriale tra l’industria dell’energia, i produttori di veicoli elettrici e il governo. Le basi sono solide, ma gli sviluppi futuri saranno fortemente influenzati da tendenze quali l’adozione di modelli di business ecologici e sostenibili e l’attenzione alle innovazioni tecnologiche multisettoriali che non sono ancora state introdotte in Slovacchia.

Chi desiderasse approfondire il tema dell’elettromobilità può consultare la quarta edizione del White Paper “La mobilità sostenibile e i veicoli elettrici”, pubblicato dall’azienda di consulenza energetica Repower, che fornisce un’ampia panoramica sullo scenario della eMobility in Italia e nel mondo.  L’edizione del 2020 può essere considerata come una fonte di ispirazione per il rilancio del settore automobilistico, la pianificazione delle nuove forme di mobilità e lo sviluppo sostenibile.

(Paola Ferraris)

Foto: andreas160578 (CC0)
sario.sk

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.