Ministro Dolezal: investitori cercasi per aeroporto Bratislava, oggi divenuto parcheggio per aerei

Il ministero dei Trasporti e Infrastrutture sta ancora ragionando su una locazione dell’aeroporto M.R. Štefánik di Bratislava a un investitore privato. Il cambio di gestione del ministero con il nuovo governo non ha cambiato le cose rispetto all’idea di dare in affitto nel lungo termine lo scalo principale della Slovacchia, che necessita di investimenti corposi – da diverse decine a centinaia di milioni di euro – che la società aeroportuale non ha e che lo Stato non può finanziare a causa delle norme europee sugli aiuti di Stato.

L’aeroporto attualmente è chiuso ai voli commerciali (fino al 28 maggio), dopo la dichiarazione dello stato di emergenza e il divieto di voli civili entrato in vigore il 13 marzo. Lo scalo funziona solamente per lo scarico di materiali sanitari contro il coronavirus e per il rimpatrio di cittadini slovacchi dall’estero. In questi mesi di pandemia le piste di rollaggio Delta e Delta Delta sono divenute luogo di parcheggio per circa una trentina di velivoli di compagnie slovacche e europee bloccati a terra dalla situazione internazionale. Sono arrivati a Bratislava in aprile dalle città tedesche di Düsseldorf e Saarbrücken tutti i 15 aerei di linea Bombardier Dash 8 Q400 utilizzati da Eurowings, la low cost di Lufthansa. Si aggiungono agli altri 4 aeromobili dello stesso tipo di Austrian Airlines arrivati ​​da Vienna e Graz. La compagnia aerea austriaca dovrebbe collocare qui in totale 17 aeromobili, e ulteriori 40 velivoli di un altro vettore dovrebbero arrivare presto.

Il ministro dei Trasporti Andrej Dolezal (Sme Rodina) ha informato i giornalisti sullo stato dell’arte venerdì scorso. Dolezal crede che l’ingresso di un investitore sia l’unica possibilità per l’aeroporto di ampliare la sua offerta di voli nelle attuali condizioni, negando che si tratti di «una privatizzazione nascosta». «L’aeroporto e le sue infrastrutture rimangono un vantaggio strategico di questo paese. Stiamo parlando di un contratto di locazione per 25 o 30 anni», ha affermato Dolezal. Per ora il ministero non ha in corso negoziati con nessuno a causa della pandemia, «ma stiamo preparando l’aeroporto alla migliore condizione possibile per essere pronti per l’inizio di questi colloqui» non appena finirà la situazione di emergenza, ha aggiunto.

Prima del briefing con i giornalisti Dolezal ha visitato l’aeroporto, incontrando il direttore generale Jozef Pojedinec con il quale ha ispezionato la pista, dove oggi sono parcheggiati in fila decine di aeromobili di Eurowings e Austrian Airlines. Il ministro ha sottolineato che è nel suo interesse la ripresa quanto prima possibile del trasporto aereo, come da raccomandazioni dell’Unione europea, ma che la decisione dipende dall’unità di crisi centrale dove i provvedimenti sono fortemente influenzati dall’autorità sanitaria.

L’aeroporto di Bratislava è rimasto fortemente colpito dalla crisi causata dal coronavirus. Secondo il direttore dell’aeroporto Jozef Pojedinec il calo di passeggeri dall’annuncio delle misure contro la diffusione di COVID-19 è del 99%. A marzo la riduzione risulta del 72% – 39.353 passeggeri contro i 140.405 dello scorso anno. Mentre ad aprile il numero di passeggeri è diminuito del 99% – solo 1.492 passeggeri (quasi totalmente voli di rimpatrio e qualche volo privato), mentre nell’aprile 2019 erano stati 156.234. E dire che nei mesi precedenti lo scalo registrava quasi mensilmente un nuovo record di passeggeri e voli. Al momento, nonostante la situazione, la società aeroportuale non pensa a licenziamenti. Ma se dovesse perdurare ancora a lungo il blocco dei voli si dovrà per forsa rivedere la questione.

Letisko BTS je dočasným parkoviskom pre lietadláNa Letisku M. R. Štefánika – Airport Bratislava, a. s. (BTS) môže byť…

Uverejnil používateľ Letisko Bratislava / Airport Bratislava Piatok 15. mája 2020

Intanto, proprio 18 maggio oggi la compagnia irlandese Ryanair ha informato che prevede di iniziare a operare voli regolari di linea da e per l’aeroporto Štefánik di Bratislava a partire da luglio 2020. Per il momento attiverà solo il 40% del suo programma di volo su Bratislava, dove la low cost produce il grosso del traffico passeggeri (vedi i voli dell’orario estivo 2019).

L’Aeroporto M.R. Štefánik , situato a circa 9 km a nord-est del centro di Bratislava, è il principale aeroporto internazionale della Slovacchia. Nel 1993 fu intitolato al generale Milan Rastislav Štefánik, Ministro della Guerra della Repubblica di Cecoslovacchia, che rimase ucciso in un incidente aereo sopra Bratislava nel 1919, a poche centinaia di metri dalla pista.

(Red)

Foto FB/AndrejDolezalMinisterDopravy

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.