Battaglia navale a Mlynské nivy (la foto del giorno)

La prua della Twin City Tower

Gianlorenzo Bernini (1598-1680) e Francesco Borromini (1599-1667) a Roma, in “Piazza Navona”, e non solo…, spesso si scontrarono sul campo prendendosi beffe, uno dell’altro.

Una delle storie più famose su piazza Navona, racconta infatti, che Bernini avrebbe scolpito la “fontana dei quattro fiumi” (immagine wikipedia) in modo che, la statua che rappresenta il Rio della Plata, sembrasse spaventata dalla chiesa di Sant’Agnese in Agone, opera di Borromini: la statua realizzata da Bernini porge le mani in avanti come se avesse paura che la chiesa possa crollare da un momento all’altro.

Per lo stesso motivo, la statua del Nilo (immagine Pinterest) avrebbe la testa velata, proprio per non vedere l’orrore della facciata!  In realtà sembra che non sia  proprio così e che sia una leggenda, una delle tante fake news storiche, perché la chiesa fu iniziata nel 1652 e finita nel 1657, mentre la fontana era stata progettata già nel 1649 e inaugurata due anni dopo: difficile che il progetto della fontana volesse comunicare qualcosa avverso un edificio che non c’era ancora.

Dal canto suo  Borromini non perse tempo e in altre opere non mancò gli attacchi al suo eterno rivale.

In ogni caso ogni città ha le sue storie, ma tutto questo che c’entra con Bratislava e con la foto del giorno? Apparentemente e sostanzialmente nulla. Ma ci serviva per introdurre alcune foto.

Ogni città deve avere le sue leggende e quindi diamone una anche a Bratislava… potrebbe essere un’idea per incrementare un po’ il turismo. Anche qui ce ne sarà bisogno, non quanto ne avremo bisogno in Italia, ma anche qui, dopo il coronavirus, dovremo tutti rimboccarci le maniche, ormai stanche di ricevere sulla piega del braccio gli starnuti…

Questa è la foto del giorno (di oggi 17 maggio 2020) e riprende il nuovo edificio “Twin City Tower” in “Mlynské nivy“, qui a Bratislava: come si può vedere l’edificio è fatto a forma di nave, la foto evidenzia in primo piano la prua. In alto, nel terrazzo dell’ultimo ponte chissà se c’hanno messo anche le statue, magari di bronzo (come tante altre che animano il centro città)…, magari raffiguranti  Kate Winslet (nel ruolo di Rose DeWitt Bukater/Dawsone) e Leonardo DiCaprio (nel ruolo di Jack Dawson) nel famoso film “Titanic“.

La prua di questo transatlantico di vetro e cemento se non fosse così ben ancorato andrebbe a cozzare contro un’altra nave ormeggiata proprio di fronte. Ci riferiamo al palazzo sede centrale di “VUB  Banka” (che fa parte del  “Gruppo Intesa Sanpaolo“, maggiore gruppo bancario in Italia).

Questo ultimo palazzo non è fatto a forma di nave, ma se l’area su cui è situato viene vista dall’incrocio fra ul. (via) 29. augusta e ul. (via) Mlynské nivy appare subito chiaro ciò che intendiamo dire. La foto che segue è stata scattata due anni fa dallo stesso autore, cioè dal nostro editore, e ben spiega ciò che intendevamo dire:

Non abbiamo potuto reperire foto aeree di tutta l’area, che è in grande attività edificatoria per la realizzazione della nuova stazione degli autobus e diversi nuovi palazzi, che in questo particolare momento, di notte attraggono vicino solo qualche fotografo a caccia di immagini colorate o qualche raro reduce di qualche abusiva festa privata… In compenso abbiamo trovato su Youtube un video che riporta al 2018 i primi 10 palazzi (primi 10 per altezza si intende) che riteniamo piacevole riproporvi.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Il palazzo della foto del giorno è stato ultimato da pochissimo, quindi dopo di questo video e ovviamente non è incluso… speriamo che qualcuno lo rifaccia a Mlinske Nivy ultimata. La nuova “City” di Bratislava pensiamo che ci riservi ancora molte sorprese d’effetto.

Solo per dovere di cronaca e per giustificare il titolo del “pezzo” vogliamo ricordare che nella stessa zona c’è un’altro edificio che ricorda la prua di una nave… inoltre quest’area è situata a ridosso dell’attuale porto commerciale sul Danubio e che il porto turistico o per imbarcazioni da diporto dovrebbe sorgere sull’altra sponda del “fiume”, di fronte Eurovea: pertanto la battuta di caccia “fotografica” continua.

Per concludere torniamo alla disputa fra il Bernini e il Borromini, ponendoci una domanda: che ci sia una leggenda anche a Bratislava che lega la storia della progettazione di questi edifici? Così uno contro l’altro, quasi l’ultimo in procinto di speronare l’altro, è un caso? Un obbligo di progetto? O… ? La discussione è aperta.

Selena Colusso Vio

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.