Economia, crollo del PIL in Slovacchia del 3,9% nel 1° trimestre 2020

Già nel primo trimestre dell’anno l’economia della Slovacchia ha risentito in modo consistente della crisi causata dalla pandemia di COVID-19. I dati pubblicati oggi dall’Istituto di Statistica slovacco mostrano un calo del PIL a prezzi fissi del 3,9% su base annua, che dopo gli aggiustamenti stagionali diventa un calo reale del 4,1% in confronto ai primi tre mesi del 2019. Si tratta di una statistica flash, la cui revisione definitiva dovrebbe uscire il 5 giugno prossimo. Gli analisti avvertono che, stante la situazione di emergenza relativamente alla pandemia di Covid-19 e la relativa limitata disponibilità di dati, i numeri potrebbero variare in misura maggiore del normale. Su base trimestrale la diminuzione del Prodotto interno lordo nazionale è ancora più profonda, del 5,4% rispetto all’ultimo trimestre dello scorso anno. Come notano diversi analisti, la frenata dell’economia è più significativa di quanto previsto dagli analisti bancari, che ipotizzavano una caduta del PIL del 2,6%.

Nel periodo gennaio-marzo 2020 il PIL generato dall’economia nazionale è stato pari a 21,4 miliardi di euro, con un discostamento del PIL a prezzi attuali dell’1% in meno su base annua, mentre nell’ultimo trimestre 2019 il PIL era cresciuto del 2,1%. Nel commento dell’Istituto si nota che il risultato attuale è derivato da un crollo del valore aggiunto nelle industrie chiave del paese, principalmente del settore automobilistico ma anche di diversi settori dei servizi. A influenzare il brusco rallentamento è stata anche la riduzione della domanda estera, un divario che la domanda interna non ha potuto colmare a causa dell’attuale situazione di emergenza. Le spese per i consumi finali nel settore pubblico, dice la nota, mostrano la crescita più elevata, e la domanda di investimenti ha registrato un calo a seguito della crescita nei trimestri precedenti.

L’occupazione totale nel periodo di riferimento ha raggiunto 2.425.800 persone, in diminuzione dello 0,5% rispetto al primo trimestre del 2019. L’occupazione totale destagionalizzata è diminuita dello 0,4% rispetto al primo trimestre 2019 e dello 0,5% rispetto al quarto trimestre dello scorso anno.

(Red)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.