La liberazione nei francobolli – parte IV: le emissioni dell’8 e 9 maggio 1945

La liberazione della Cecoslovacchia, dagli occupanti tedeschi, avvenuta nel 1945, fu uno degli ultimi eventi della Seconda guerra mondiale. Parte della liberazione della Cecoslovacchia fu l’offensiva di Praga: una combinazione congiunta guidata dall’Unione  Sovietica dal fronte orientale, la liberazione della Boemia occidentale da parte dell’esercito americano e la rivolta di maggio del popolo ceco.

Il territorio della Slovacchia fu gradualmente liberato dall’Armata Rossa (insieme all’Armata di Romania e al 1° Corpo dell’esercito cecoslovacco). Le prime grandi città liberate furono il 20 gennaio 1945, Košice e Prešov. Il 4 aprile 1945, l’Armata Rossa liberò Bratislava ed entro il 1 maggio 1945, le ultime truppe tedesche furono espulse dal territorio slovacco. I sovietici avanzarono dal 10 marzo 1945 in poi, nel territorio ceco da Ostrava e da Bratislava. La liberazione della Boemia occidentale e sud-occidentale, invece, da parte dell’esercito americano, iniziò il 18 aprile 1945, quando una ricognizione di una compagnia dell’esercito americano entrò nel territorio della Repubblica cecoslovacca ante conferenza di Monaco. Il 20 aprile le truppe americane invasero Aš e il 25 aprile conquistarono Cheb. Il 26 aprile Brno fu liberato dai sovietici, mentre gli americani rimasero nelle loro posizioni fino al 5 maggio 1945 e per il 10 maggio si portarono sull’asse Karlovy Vary – Plzeň – České Budějovice.

Assieme ai sovietici ma anche congiuntamente alle forze americane importantissimi anche gli apporti delle truppe cecoslovacche e le formazioni partigiane. I comitati di liberazione provvidero a organizzare nelle zone liberate anche il servizio postale provvisorio e l’utilizzo dei francobolli usati precedentemente alla liberazione con sovrastampe; vediamone alcuni esempi:

In Jaroměřice nad Rokytnou, in Moravia, Regione di Vysočina, Distretto di Třebíč, 76 km dopo Brno andando verso Praga, l’8 maggio 1945 vengono sovrastampati con la dizione “Osvobození Jaroměřic n.R. 8. 5. 1945 rudou armádou” che tradotta significa “Liberazione di Jaroměřice nad Rokytnou dall’Armata Rossa 8 maggio 1945”: il francobollo utilizza un vecchio francobollo del valore di 1,20 corone del Protettorato di Boemia e Moravia (Protektorátní koruna).
Il giorno prima era stata data vita a un analogo francobollo di 1,20 corone del Protettorato di Boemia e Moravia (Protektorátní koruna) con la sovrastampa “Osvobozené 7. V. 1945“; non è precisata nessuna città di riferimento, ma con la sovrastampa ceca veniva cancellato con doppia linea la scritta “DEUSCHES REICH” e con linea singola la scritta “BOHEMEN Und MAHREN” lasciando visibile la scritta in ceco “CECHY A MORAVA“:
Nella parte III di questo articolo avevamo già pubblicato questi francobolli che riportavano la sovrastampa “5. V. 1945 Česko-Slovensko” (quindi come già dicevamo sovrastampati in Slovacchia il 05 maggio 1945);
A fianco dei sovietici e degli americani (anche se in misura inferiore, in quanto la presenza di questi ultimi è stata molto più limitata…) combattevano molte brigate partigiane e anche qui vogliamo pubblicare un esempio di francobolli emessi con sovrastampa fatta da una brigata partigiana. La sovrastampa evidenzia “I. čsl. partyzánská brigáda Jana Žižky“. I valori recuperati sono di 10 e 50 (haléřů, cioè centesimi di corona del Protettorato di Boemia e Moravia) di colore nero-grigio scuro, il primo, e verde, il secondo; poi il solito rosso di 1,20 corone del Protettorato di Boemia e Moravia; per ultimo il blu chiaro di 2,50 corone del Protettorato di Boemia e Moravia:
Continuiamo  con una serie di francobolli che abbiamo trovato sovrastampati molto più celermente con un timbro:
I valori reperiti sono, prima riga: nero-grigio scuro valore 10, marrone valore 30, blu scuro valore 40, violetto chiaro valore 60, arancio vivo valore 80 (ovviamente i valori si riferiscono in haléřů, cioè centesimi di corona del Protettorato di Boemia e Moravia);
seconda riga: verde scuro del valore 1,60, il solito rosso del valore 1,20, blu chiaro del valore di 2,50 corone del Protettorato di Boemia e Moravia;
terza riga: oliva del valore 1 K, violetto 4 K, blu scuro del valore 8 K e verde scuro 10 K (corone del Protettorato di Boemia e Moravia).
Ústí nad Labem si trova in Boemia nord-occidentale, a 70 chilometri dalla città tedesca di Dresda e 90 chilometri da Praga, città quindi liberata dalle forze americane.
Pubblichiamo alcuni francobolli emessi il 9 maggio 1945 in Ústí nad Labem, sovrastampati “Č.S.R. 9.5.1945 Ústí n. L.“.
I valori sono di 4 (blu di prussia, nerastro), 6 (viola bluastro scuro), 12 (rosso-lilla), 6 (viola bluastro chiaro), 42 (verde smeraldo nerastro) ma attenzione i francobolli questa volta hanno come immagine riportano sempre l’effige del fuhrer Adolf Hitler, ma i valori non sono in corone del Protettorato, ma sono in Pfenning (Pf.), ovvero centesimi di Reichsmark (marchi tedeschi di allora).
I francobolli in questione infatti, si noti, non sono francobolli circolanti nel Protettorato di Boemia e Moravia, ma sono francobolli che erano circolanti sul territorio tedesco ed Ústí nad Labem rientrava sulle zone annesse alla Germania: i primi 4 riportano la dicitura “DEUTSCHES REICH” e l’ultimo quella di “GROSSEDEUTSCHES REICH”.
  Come avete potuto notare i francobolli emessi negli ultimi mesi di guerra (di liberazione) nella Cecoslovacchia del tempo erano molto variegati.
Storici e filatelisti ne hanno da studiare ed approfondire… e  si badi bene che quelli che abbiamo pubblicato non sono i soli.
Gran parte delle foto dei francobolli pubblicate sono di proprietà Domynex.
Quelli non di proprietà sono stati scaricati da “Colnect.com“.
A presto quindi su questa rubrica,

per info: stamps@domynex.com

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.