Un’insolita illuminazione notturna di Bratislava… passa mezzanotte ed è l’8 maggio

Stavo tornando a casa quando mi son accorto che nel castello appariva una scritta a me ignota, come si sa il mio slovacco dopo tanti anni lascia ancora molto a desiderare (maniera elegante e diplomatica per dire che non lo capisco molto)… Ho cercato sul telefonino la traduzione di “OSLOBODENIE”… Li per li mi son detto: “che ci sia una visita ufficiale o un gemellaggio con Oslo?”… Macché ! “OSLOBODENIE” tradotto in italiano significa “LIBERAZIONE”.

Immediatamente ho realizzato che era la luminaria per il 75° della liberazione. Prendo di corsa l’auto e corro sul ponte SNP, poi scendo in riva al Danubio, ma quella scritta di prima non c’era; faccio qualche foto: sui muri del castello luci e ombre a rappresentare soldati o partigiani in azione… di effetto, difficili da immortalare con un’istantanea fatta da un telefonino…

L’UFO del ponte SNP sta sopra di me come una vera e propria navicella spaziale che mi spia:

“Che ci fa in giro. ‘sto qua in tempo di coronavirus ?”

Spiegagli tu che il telefonino migliore ti si è scaricato e che la scritta che c’era prima ora non c’è più…

Ho letto in un post comico, non me ne vogliate, che in tempo di coronavirus, dopo tanta quarantena è abbastanza normale parlare con gli animali e con gli oggetti, nel post dicevano che non serviva chiamare i servizi psichiatrici… solo nel caso che questi animali o oggetti avessero risposto sarebbe stato meglio chiamare…

Nel mentre mi ricordavo ‘sto fatto, un po’ avvilito che mi ero perso la foto della scritta “OSLOBODENIE” (Liberazione) sul Castello e c’ho riprovato:

Mogio, mogio, stavo tornando all’auto e ritornarmene a dormire quando la scritta riappare… e ho capito che le immagini della liberazione e la scritta giravano intervallate.

Ho ripreso l’auto e mi son messo a caccia, “fotografica” ovviamente.

Ho beccato il palazzo residenza Presidenziale colorato di bianco, blu e rosso (i colori della bandiera slovacca, che poi sono gli stessi di quelli della bandiera attuale Ceca (che di fatto è rimasta quella della Cecoslovacchia di prima)… Nei paesi slavi, dalla Russia ai paesi della ex Jugoslavia i colori bianco, blu e rosso sono molto frequenti direi. Per i più queste osservazioni forse non dicono molto, ma se vuoi fare foto i colori, le luci, i contrasti… contano, eccome.

Non so se c’entra qualcosa, ma credo che ci sia un tocco femminile in questa illuminazione. Forse merito dell’attuale Presidente Zuzana Čaputová? Ormai sono note le sue mascherine anti COVID-19 in tinta (pendant con l’abito).

Oltre a essere stata un’ambientalista, sta dimostrando di avere anche molto gusto… e non mi meraviglierei se anche le luci del palazzo presidenziale le avesse scelte lei.

Oggi, 8 maggio, la Presidente ha deposto una corona di fiori per commemorare la festività (e anche oggi abito e mascherina, per l’occasione pendant, neri…

Quest’ultima foto è forse la vera foto del giorno e direi che mi piace per tutti i significati che riassume…

Sono andato poi anche di fronte al Castello, vicino al Parlamento, con la speranza di fare una bella foto da inserire sul Buongiorno Slovacchia di oggi, ma da quel lato nulla, giudicate voi:

La prossima volta non mi fregano più, a mezzanotte li aspetto al varco…

Viva la liberazione e scusatemi se ho voluto mettere un po’ sul comico il fatto.

Loris Colusso

Foto di L.C. eccetto le foto della Presidente
tratte da Twitter (Twit di Zuzana Čaputová)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.