Dopo il coronavirus meglio una ripresa sostenibile, dice uno studio

Secondo uno studio pubblicato il 5 maggio sulla Oxford Review of Economic Policy, dei vasti programmi di investimenti pubblici verdi sarebbero il modo più efficiente di far ripartire le economie colpite dalla pandemia e allo stesso tempo affrontare il cambiamento climatico, scrive Reuters.

Tra gli autori dello studio ci sono il premio Nobel per l’economia Joseph Stiglitz e Nicholas Stern, direttore del Grantham research institute on climate change. “La crisi del covid-19 potrebbe segnare un punto di svolta nella lotta al cambiamento climatico”, scrivono, aggiungendo che molto dipenderà dalle scelte politiche che saranno fatte nei prossimi sei mesi.

Gli autori hanno esaminato più di 700 misure di stimolo adottate durante o dopo la crisi finanziaria del 2008, e hanno intervistato 231 esperti di 53 paesi diversi, tra cui alti funzionari di ministeri delle finanze e banche centrali.

I risultati suggeriscono che gli investimenti nelle energie rinnovabili e nell’efficienza energetica creano più lavori, offrono rendimenti a breve termine più elevati e portano maggiori risparmi a lungo termine rispetto alle misure di stimolo tradizionali.

Lo studio ha individuato le misure che potrebbero garantire i risultati migliori. I paesi industrializzati dovrebbero concentrarsi sul rafforzamento delle “infrastrutture fisiche pulite”, come le centrali solari o eoliche, la modernizzazione delle reti elettriche e l’espansione dell’uso dell’idrogeno.

Gli autori raccomandano anche le ristrutturazioni per migliorare l’efficienza degli edifici, iniziative per l’istruzione e la formazione, progetti per ripristinare o proteggere gli ecosistemi e la ricerca nelle tecnologie pulite.

Nei paesi a basso e medio reddito, la priorità dovrebbe andare agli incentivi ai contadini per investire nell’agricoltura a basso impatto climatico.

Una delle misure meno efficienti, invece, è offrire piani di salvataggio alle compagnie aeree senza subordinarli al raggiungimento di obiettivi di riduzione delle emissioni.

(Internazionale.it cc by nc nd)

Illustr. annca CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.