La Slovacchia accelera l’apertura: le fasi 2 e 3 insieme da mercoledì 6 maggio

Lo sviluppo epidemiologico è buono, potremo unire le fasi 2 e 3 del piano di apertura da mercoledì 6 maggio, ha detto il primo ministro Matovič oggi in conferenza stampa dopo una riunione dell’unità centrale di crisi in cui si è confrontato con gli esperti di sanità. Vale a dire che a metà settimane potranno aprire i servizi di alloggi a breve termine (senza ristorazione o altri servizi comuni), negozi di barbieri, parrucchieri, pedicure e manicure, le attrazioni turistiche all’aperto, i taxi, i preti potranno celebrare messe e matrimoni con un numero limitato di persone. Hanno il permesso di ritornare ad operare i negozi e servizi di tutti i generi e dimensioni, il solo servizio all’aperto di bar e ristoranti, ma anche impianti sportivi, centri massaggi e servizi di riabilitazione. Anche la cultura avrà la sua parte: musei, gallerie, biblioteche e sale espositive potranno aprire, anche se bisognerà aspettare per cinema e teatri.

Tutto si dovrà svolgere sotto strette condizioni igieniche e distanziamento sociale, e ovviamente ancora indossando le mascherine protettive. In alcuni casi gli esercizi dovranno attenersi a restrizioni nella loro attività, almeno in questa fase, e tutti dovranno garantire sanificazione e disinfezione dei locali e offrire ai clienti guanti monouso e/o soluzioni idroalcoliche per la disinfezione delle mani. I taxi dovranno avere una parete divisoria che separi il conducente dai sedili posteriori sui quali viene accolto il cliente. I tavoli delle terrazze esterne di bar e ristoranti dovranno essere distanti due metri tra i loro bordi, potranno accogliere un massimo di due persone (o genitori con bambini) e le superfici devono essere disinfettate dopo ogni cliente.

🔴🎥 NAŽIVO: Sloboda je zodpovednosť.Druhú vlnu epidémie si nemôžme dovoliť. 😷

Uverejnil používateľ OBYČAJNÍ ĽUDIA a nezávislé osobnosti Pondelok 4. mája 2020

Nei negozi, ora anche nel caso di quelli superiori ai 1000 metri quadrati di superficie di vendita, andrà osservato il limite massimo di un cliente ogni 25 metri quadri di spazio commerciale e la distanza interpersonale di due metri sia in coda all’estero che nell’interno. Nei punti vendita di abbigliamento è consentita la prova degli indumenti, ma è necessaria la disinfezione delle mani e i vestiti provati e non acquistati dovranno essere lasciati a parte per 24 ore.

Quanto alle celebrazioni religiose, il premier ha spiegato che a seguito di un accordo con la Conferenza episcopale slovacca (KBS) ogni chiesa dovrebbe contrassegnare i posti in cui le persone possono sedere e stare in piedi, a due metri di distanza l’una dall’altra. Tuttavia, viste le dimensioni spesso generose delle chiese non saranno imposti limiti come nei negozi di una persona ogni 25 metri quadrati di superficie, anche se viene raccomandata la ventilazione continua dell’ambiente. Per la santa comunione, il sacerdote è autorizzato solo a darla nelle mani dei fedeli, e non in bocca.

Rimangono per ora rimandate alla fase 4 le aperture di piscine, centri commerciali nel loro complesso, asili e scuole, impianti sportivi indoor, alloggi con servizi comuni, organizzazione di eventi sportivi e, come detto, cinema e teatri. Questa ultima fase non potrà avvenire prima di quattordici giorni dal 6 maggio.

Qui di seguito quello che aprirà da mercoledì:

Fase 2
Servizi di alloggio (a breve termine, senza pasti comuni, servizio di ristorazione in camera, camere con bagno, senza ulteriori servizi)
Parrucchieri, manicure e pedicure, centri abbronzatura (condizioni da specificare)
Attrazioni turistiche esterne
Servizi di taxi – clienti solo sul sedile posteriore, divisoria tra autista e clienti, no aria condizionata nel posteriore.
Centri per bambini di età inferiore ai 10 anni (condizioni da specificare)
Messe e matrimoni. Tra le condizioni da rispettare ci sono la possibilità di sedersi su un banco ogni due con distanze di due metri, la comunione nelle mani, e ai sacerdoti viene raccomandato di celebrare una messa separata per gli anziani la domenica.

Fase 3
Negozi con dimensioni fino a 1.000 metri quadrati. Rimane obbligo disinfezione per mani e/o guanti monouso all’entrata, distanza interpersonale di due metri e massimo un cliente ogni 25 mq.
Servizi con dimensioni fino a 1.000 metri quadrati. Come sopra.
Massaggi, impianti sportivi, strutture di riabilitazione (solo procedure a secco)
Musei, gallerie, biblioteche e sale espositive (condizioni da specificare)

Il primo ministro ha detto che verranno fortemente rinforzati i controlli del rispetto delle normative anti-coronavirus sulle condizioni igieniche. I negozi dovrebbero rimanere ancora chiusi la domenica fino a nuovo avviso.

Come ha scritto oggi sul suo sito l’Autorità di salute pubblica slovacca (ÚVZ), un regolamento dettagliato per le attività aperte sarà pubblicato tra oggi e domani.

(Red)

Foto FB/olano

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.