Coronavirus, cifre positive in Slovacchia. Si deve prevenire una seconda ondata

I numeri della pandemia in Slovacchia sono piuttosto confortanti, e sono il risultato di tutti coloro che hanno responsabilente adottato misure epidemiologiche e a chi le ha rispettate con disciplina, ha detto oggi il primo ministro Igor Matovič (OĽaNO) dopo un incontro dell’unità di crisi centrale con gli esperti epidemiologi. Purtroppo queste restrizioni hanno provocato anche notevoli perdite economiche, ma non dobbiamo mollare proprio adesso, ha detto Matovič, «restiamo responsabili, verremo ripagati dai graduali allentamenti delle misure» adottate. Secondo il ministro della Salute Marek Krajčí (OĽaNO) le disposizioni decise dall’unità di crisi e la loro rigorosa osservanza hanno reso la Slovacchia un esempio per altri paesi.

Ieri si sono registrati soltanto tre nuovi casi di infezione da COVID-19, portando a 1384 il numero totale di infettati, e nei tre giorni precedenti erano 21 i nuovi contagi. Il numero degli attualmente positivi da alcuni giorni ha iniziato a decrescere, ancora lentamente, mentre salgono i guariti e purtroppo le vittime (due ieri), che tuttavia rimangono molto contenute (al momento solo l’1,44% dei casi totali).

Il capo della squadra permanente di crisi ed esperto di medicina tropicale Vladimír Krčméry ha sottolineato che esistono ancora fattori di rischio. «Uno di questi è se diventiamo compiacenti e e ci lasciamo andare a una minore disciplina, soprattutto nel distanziamento sociale e nell’indossare le maschere protettive per il viso. «Un altro fattore di rischio è il regime normativo alle frontiere»: quando in un paese si verifica una seconda ondata di infezione è quasi sempre “importata” da un altro paese. Naturalmente, la normativa «non deve penalizzare coloro che non rappresentano un rischio» vero e proprio. Della questione si occuperà a breve l’unità di crisi centrale, in particolare del tema dei pendolari transfrontalieri.

In relazione al pericolo di una seconda ondata di casi positivi al coronavirus dall’estero, gli esperti sottolineano il rischio di permettere le vacanze estive fuori dai confini, e hanno raccomandato di pianificare una vacanza in Slovacchia.

(Red)

Vlada SR

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.