Sondaggio: sette slovacchi su dieci temono di perdere il lavoro

Oltre il 70% degli slovacchi teme la crisi economica causata da COVID-19. Secondo un sondaggio condotto su un campione di 915 intervistati dal portale platy.sk sugli stipendi, tra i più timorosi di licenziamenti di massa (82%) vi sono coloro che lavorano nei settori del marketing, industria metalmeccanica, turismo, ristoranti e bar, trasporti e spedizioni. Le categorie di lavoratori che invece temono meno la perdita del posto di lavoro (meno del 60%) sono quelle degli addetti nei settori assicurativo, informatica e telecomunicazioni, istruzione e assistenza sanitaria.

Non sembrerebbe esserci grande differenza tra chi ha una laurea e chi ha solo un livello di istruzione inferiore, tutti condividono un generale sentimento di paura. A livello geografico, sono gli abitanti della più industrializzata Slovacchia occidentale a mostrare le maggiori preoccupazioni di perdere l’occupazione. Tra il 79 e l’80% di chi vive nelle regioni di Žilina, Trenčín e Trnava sente forte l’insicurezza del momento.

(Fonte Forbes)

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.