Sondaggio: metà degli slovacchi risente già della crisi

Secondo un sondaggio realizzato la scorsa settimana, quasi la metà degli slovacchi (47%) già risente delle conseguenze economiche della pandemia di coronavirus. L’indagine, svolta dal 27 al 30 marzo su mille persone maggiorenni dall’agenzia Ipsos, svela che il 34% dei rispondenti ha dichiarato un peggioramento della situazione finanziaria delle loro famiglie a causa dell’epidemia, e il 13% afferma che lo sviluppo negativo è significativo. Il 49% delle persone considerano invece stabile la propria situazione finanziaria. Tra chi giudica in maniera più negativa le conseguenze della pandemia sulla propria situazione economica ci sono soprattutto i lavoratori autonomi (68%). Ancora, quasi la metà degli slovacchi (46%) considera la pandemia una grave minaccia per il proprio lavoro e le proprie fonti di sostentamento, una percentuale questa inferiore a quella di altri paesi come Francia, Germania, Gran Bretagna e Italia, secondo Ipsos, dove a preoccuparsi sono quasi i due terzi della popolazione.

Sta crescendo la sensazione di minaccia proveniente da COVID-19: il sondaggio Ipsos di due settimane fa mostrava che il 78% degli intervistati dichiarava di sentirsi personalmente minacciato dal coronavirus; oggi questa sensazione è stata espressa dall’82% della popolazione. Gli anziani di età superiore ai 65 anni sono la categoria che si sente maggiormente a rischio (l’88%).

Rimane alta, come già due settimane fa, la percentuale di slovacchi (94%) che ritiene giustificate e necessarie le misure imposte dalle autorità in Slovacchia (governo, comuni, città). Ma si allunga la stima di durata dell’emergenza. Il 63% degli intervistati prevede che ci vorranno diversi mesi (+13%) o più di sei mesi (16%, + 1%) per gestire l’epidemia.

Il sondaggio mette a confronto i due governi che si sono succeduti nel gestire la crisi del coronavirus. Il 57% degli slovacchi esprime fiducia nell’attuale governo di Igor Matovič, mentre il 33% lo ha giudicato inaffidabile. Il governo di Peter Pellegrini era ritenuto affidabile dal 71% degli intervistati, mentre il 23% era contrario.

Il sondaggio mostra che le persone utilizzano più frequentemente gli acquisti online durante la pandemia (39%. Quattro slovacchi su dieci hanno fatto acquisti via internet con consegna a domicilio negli ultimi 14 giorni: il 20% di loro lo ha fatto una volta, e un altro 20% due volte o più.

(Red)

Foto VUCBA cc by
Bratislava, 16/3/2020

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.