Gli scienziati dell’Università Comenius di Bratislava studiano il genoma del COVID-19

Un team di scienziati del Comenius University Science Park di Bratislava sta analizzando il nuovo coronavirus per ottenere informazioni genetiche complete ottenute da campioni isolati in pazienti slovacchi. Le informazioni sul genoma sono già state incluse nel database internazionale GISAID, che fornisce la raccolta più completa di dati sulla sequenza genetica del virus dell’influenza e relativi dati clinici ed epidemiologici, grazie a una partnership pubblico-privata tra il governo tedesco e l’organizzazione no profit “Friends of GISAID”.

In un centro specializzato dell’Istituto di virologia dell’Accademia slovacca delle scienze (SAV), i ricercatori sono stati in grado di isolare campioni di acido nucleico di SARS-CoV-2 dalle prime persone colpite dall’infezione in Slovacchia. Il nuovo coronavirus è composto da RNA, una guaina fatta di proteine ​​e una guaina lipidica molto simile alle membrane cellulari umane. Il laboratorio di microbiologia ha prelevato campioni di acido nucleico purificati e non infettivi per future ricerche, non sull’RNA, ma sul DNA. Una volta sciolti in acqua, questi campioni sono innocui e possono essere ulteriormente analizzati dagli scienziati.

Ora, i ricercatori dell’Università Comenius vorrebbero sequenziare molti altri campioni isolati da diverse località colpite dall’epidemia per mappare tutta la Slovacchia, ha affermato Tomáš Szemes della Facoltà di Scienze Naturali. Il team di scienziati, in collaborazione con ricercatori italiani, francesi e tedeschi, cercherà di trovare la relazione tra le differenze nei genomi dei virus e le differenze nelle epidemie, che variano tra i diversi gruppi di popolazione.

Va notato che i ricercatori del Laboratorio di virologia dell’Istituto Nazionale di Malattie Infettive “Lazzaro Spallanzani” di Roma hanno scoperto che il coronavirus Sars-Cov-2, sebbene varia leggermente da un individuo all’altro, ha un genoma stabile. Ciò significa che sarà più facile sviluppare vaccini efficaci. La ricerca sul genoma può aiutare a capire l’origine del virus, controllare la diffusione dell’infezione e tenere traccia dell’infezione e ha un grande potenziale per lo sviluppo del trattamento, ha spiegato Szemes.

La Facoltà di Scienze dell’Università Comenius mette a disposizione l’esperienza di numerosi esperti, biochimici, genetisti, biologi molecolari e virologi, che hanno una vasta esperienza nei metodi molecolari biologici, ha affermato Peter Fedor, preside della Facoltà. Il Parco scientifico dell’Università Comenius, creato nel 2015, è un centro specializzato di ricerca e sviluppo nel campo della biomedicina, medicina ambientale e biotecnologia. L’infrastruttura ha un proprio personale, ma è anche utilizzata da ricercatori di varie facoltà dell’Università Comenius.

(Fonte BDE)

Illustr. Freeimages CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.