Matovič: faremo più test, dalla prossima settimana 3.000 al giorno

Nella giornata di ieri, come abbiamo dato conto qui, sono stati fatti il numero più alto di tamponi in Slovacchia dall’inizio della crisi sanitaria: 912 test in un giorno, di cui 42 risultati positivi, anche in questo caso il numero più alto di nuovi positivi in un giorno.

Secondo le informazioni fornite questa mattina in una conferenza stampa dal primo ministro Igor Matovič e dal ministro della Salute Marek Krajčí (entrambi del partito OĽaNO), il numero di persone sottoposte a test per COVID-19 aumenterà in modo significativo nei prossimi giorni.

Predseda vlády Igor Matovič a minister zdravotníctva Marek Krajčí k aktuálnym informáciám o koronavíruse

Uverejnil používateľ Denník N Piatok 27. marca 2020

Oltre ai laboratori delle autorità regionali per la salute pubblica (ÚVZ) entreranno in azione anche i laboratori privati ​​e entro una decina di giorni sarà possibile testare giornalmente da 2.000 a 4.000 persone. Un aumento fino a pochi giorni fa inverosimile, rispetto ai 325 del 25 marzo, i 464 del 24 marzo e i 432 del giorno prima. È «questo l’unico modo per identificare le persone positive all’infezione da coronavirus», che poi dovranno essere curate per proteggere tutti gli altri dall’infezione, ha detto il premier Matovič, che appena ha preso la guida del governo ha sottolineato la necessità di fare non 300 ma 3.000 test al giorno.

Parlando di costi, il primo ministro ha detto che i laboratori privati fattureranno allo Stato i test eseguiti al prezzo di 48 euro ciascuno, somma che include la raccolta dei campioni e il trasporto verso i centri statali autorizzati.

Il ministro della Salute ha informato che gli ospedali sono già notevolmente riprofilati e preparati: «Stiamo definendo protocolli di qualità per trattare e salvare quante più persone possibile. Durante i test «ci concentreremo sulla popolazione di persone di età superiore ai 65 anni», poiché sono le più sensibili alle ripercussioni a questa malattia. E sarà fatto il tampone a tutti coloro nelle fascie d’età a rischio che mostrano sintomi compatibili con il COVID-19. Per coloro che non sono in grado di recarsi al punto di raccolta più vicino sarà inviata presso il loro domicinio un’ambulanza appositamente attrezzata per l’intervento, in rispetto di tutti i protocolli previsti.

Budeme testovať oveľa viac✔️: Do testovania COVID-19 (koronavírus) sa zapoja aj súkromné laboratóriá 🔬💉🦠👉 Budeme…

Uverejnil používateľ Ministerstvo zdravotníctva Slovenskej republiky Štvrtok 26. marca 2020

Ci saranno un maggior numero di punti di raccolta esterni di fronte agli ospedali, dove sarà possibile fare i test in sicurezza per le strutture e il personale sanitario, e per i pazienti stessi che non mostrano sintomi del contagio.

Il ministro Krajčí ha sottolineato l’avvio di un sistema online in cui le strutture sanitarie possono richiedere le forniture di materiali come mascherine e altri dispositivi di protezione, e indicare quanti ne hanno usati, in modo da organizzare le consegne in base alle necessità e poter prevedere meglio le necessità future. Tutte le strutture mediche che aderiranno a questo sistema riceveranno dispositivi di protezione individuale entro domenica 29 marzo, ha detto il primo ministro, che ha informato delle consegne effettuate in questi giorni facendo uso degli elicotteri dei servizi di emergenza. Verranno riforniti di dispositivi di protezione anche gli studi dentistici, così potranno fornire almeno le cure più urgenti.

Ochorenie COVID-19 (koronavírus) sa dotýka nás všetkých a je veľmi dôležité, aby sme ovládali všetky dostupné informácie a vedeli účinne chrániť seba i svojich blízkych.Pozrite si informačné video🎥:

Uverejnil používateľ Ministerstvo zdravotníctva Slovenskej republiky Pondelok 16. marca 2020

Il premier Matovič ha sottolineato le difficoltà di assicurare disciplina nei comportamenti per il rispetto delle misure governative, nonché adeguata protezione, negli insediamenti in cui vive buona parte della popolazione rom. Se dovesse scoppiare un contagio su larga scala, colpirà in particolar modo proprio questi insediamenti, dove c’è il rischio che una persona positiva ne possa infettare altre 20.

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.