Ministero: ci sarà cibo sufficiente per tutti, non c’è ragione di panico

Il ministro dell’Agricoltura e Sviluppo rurale Gabriela Matečná (SNS) ha invitato i concittadini a non fare accapparramenti di cibo nei negozi, perché ce ne sarà abbastanza per tutti. Secondo Matečná non c’è motivo di farsi prendere dal panico, ed è necessario mantenere la maggima igiene e indossare le mascherine di protezione. «Il ministero dell’Agricoltura e dello Sviluppo rurale comunica a stretto contatto con gli agricoltori, i produttori alimentari e le catene al dettaglio. Sulla base delle informazioni fornite dai loro rappresentanti avremo cibo a sufficienza e non vi è motivo di andare nel panico e accumulare scorte eccessive di cibo e materie prime per produrle». Allo stesso modo non c’è ragione di fare grandi acquisti di pane congelato come avvenuto negli ultimi giorni: «Le capacità produttive sono sufficienti e, vista una significativa riduzione dei consumi nel settore ristorazione e hotel abbiamo capacità sufficienti in Slovacchia», ha sottolineato Matečná ricordando che le scorte dei produttori alimentari sono a suo dire sufficienti, e non ci dovrebbero essere particolari «complicazioni nella produzione o nella logistica». Può capitare che alcuni prodotti manchino sugli scaffali, ma si tratta solo di carenze temporanee e i negozi vengono continuamente riforniti. Gli ispettori delle autorità alimentari stanno lavorando per controllare le operazioni del settore alimentare. In ogni caso, ha detto, la trasmissione del virus attraverso il cibo è alquanto improbabile e finora non è stato segnalato alcun caso del genere.

Sulla questione è intervenuta anche l’associazione della grande distribuzione SAMO, che raccoglie le maggiori catene di supermercati, ribadendo le rassicurazioni ai clienti. Ci sono carenze di prodotti che tuttavia durano solo il tempo necessario per il riassortimento. SAMO chiede ai clienti di essere rispettosi verso gli altri, di considere i loro bisogni reali e di fare acquisti con moderazione. Raccomanda inoltre di seguire consigli come evitare lo shopping nelle ore di punta, lasciare i bambini a casa, acquistare solo ciò di cui si ha bisogno, mantenere le distanze dalle altre persone e indossare una maschera o una sciarpa per coprirsi il viso e usare guanti per prendere frutta, verdura e dolci. Se possibile, le persone dovrebbero usare le casse self-service e il pagamento con carte contactless.

(Red)

Foto Jean Beaufor/PDP CC0

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.