Pellegrini: situazione può peggiorare, tutto dipende dal comportamento delle persone

È prevedibile che il numero di infetti da coronavirus COVID-19 in Slovacchia possa crescere a ritmi più rapidi nei prossimi giorni, ha detto il primo ministro Pellegrini intervendo ieri sera a uno speciale sulla situazione di TV Markíza. «Dobbiamo essere preparati per più casi [di infezione]. Nella Repubblica Ceca sono quasi un centinaio, in Austria hanno registrato il primo decesso»”, ha detto, notando che ogni giorno si devono affrontare nuove situazioni. E tutto potrebbe peggiorare drammaticamente al punto che il paese potrebbe non essere in grado di farcela. Tutto sta «nella disciplina della popolazione, questa è la chiave: vedere se «gli slovacchi e gli stranieri che vivono qui si conformeranno alle nostre disposizioni», ha detto, sottolineando come comportamenti irresponsabili si tradurranno «in un enorme aumento degli infetti».

Le nuove misure restrittive in Slovacchia.
Quarantena per chi arriva dall’estero

Secondo Pellegrini i cittadini dovrebbero indossare maschere, anche quelle usa e getta. Ora le disposizioni interne delle aziende devono adattarsi alla situazione, «Chiunque voglia indossare una mascherina dovrebbe poterlo fare», ha detto. Il premier ha spiegato come funzionerà la distribuzione di maschere e altri dispositivi di protezione negli ambulatori medici, che inizierà la prossima settimana a partire da Bratislava, dove il contagio si è diffuso di più e più velocemente.

Sulla questione dei centri commerciali, il primo ministro ha commentato la possibile chiusura con Hospodárske noviny, spiegando che non si tratta di fissare un limite al numero di persone ci si concentrano contemporaneamente, dunque non rispettando le distanze di sicurezza e aumentando la promiscuità e il possibile contagio. «Oggi non è il momento per tali dettagli, saranno semplicemente decisioni. Una volta che considereremo la loro chiusura, li chiuderemo», ha detto, «Se sentiamo che è qualcosa che aiuterà le persone a non incontrarsi». Stiamo affrontando una situazione grave, «qualcosa che non conosciamo, non sappiamo cosa sarà domani e dopodomani». Pellegrini ha comunque anche ammesso che secondo lui «le persone sono già responsabili», ma le misura devono essere prese «anche se a qualcuno non piace».

Sui valichi di frontiera, Pellegrini ha affermato che in pratica funzionano in regime ridotto e sono già semichiuse. «Solo le persone con residenza permanente o temporanea e un permesso di lavoro potranno entrare in Slovacchia».

Chiusi i piccoli valichi di frontiera, rimangono aperti i più grandi

È emersa in questi giorni la questione dei test rapidi per il coronavirus, che sono in grado id rilevare il virus più rapidamente. Pellegrini ha detto che gli esperti ne stanno discutendo, ma il problema di questi test è che funzionano solo quando una persona è malata e il suo organismo produce già anticorpi. Ma per ora non c’è l’intenzione di fare test a «qualcuno che non ha ancora sintomi». Siamo pronti a farli quando il virus si diffonderà più velocemente, e per ora il numero di tamponi effettuati (circa 850 fino a ieri) è sufficiente, ha spiegato.

Intanto l’ente pubblico Riserve materiali dello Stato ha assicurato il reperimento di mascherine di protezione di quarta generazione tipo FFP4 da distribuire nelle cliniche di infettivologia, e migliaia di mascherine monouso che da oggi sono in consegna a migliaia negli studi medici, nelle farmacie e negli uffici pubblici, ha affermato Pellegrini. Quanto ai ventilatori polmonari, necessari nei reparti di medicina intensiva per curare le polmoniti dei pazienti colpiti da coronavirus, al momento gli ospedali slovacchi ne hanno circa un migliaio, ma si sta cercando di aumentare il loro numero del 10%. Pellegrini ha detto che il governo è in contatto con i governi di altri paesi, ad esempio Cina e Russia, e ha ottenuto feedback positivi in ​​merito alla possibile fornitura di materiali sanitari alla Slovacchia.

(Red)

Foto FB

Be the first to comment

Rispondi

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetto" nel banner a fondo pagina"

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.