Intervista al comandante Peter Galovic, CEO di VIP Wings a.s., società che controlla Danube Wings

Come anticipato Venerdi scorso, abbiamo incontrato per una lunga chiaccherata a tutto campo il Comandante Peter Galovic, CEO di VIP Wings a.s., società aerea Slovacca meglio conosciuta per il marchio da essa controllata  Danube Wings. Ne riportiamo a seguire il testo.

E.B. Comandante la ringraziamo per la sua intervista. Iniziamo subito da una domanda diretta…ci risulta che la Slovacchia abbia il mese scorso abuto un’ispezione della EASA, Ente Europeo per la Sicurezza al Volo. Come è „andata“ a Danube Wings?

P.G. Bene, molto bene. Si, la Vostra informazione  era corretta. L’Ente ha effettuato delle ispezioni in Slovacchia ed ovviamente alla nostra compagnia. Siamo molto soddisfatti nel poter dire che abbiamo superato le verifiche positivamente e non siamo stati comminati di alcuna sostanziale sanzione. Una dimostrazione in più, se fosse stato necessario, della qualità dei servizi erogati e dell’ottemperanza alle norme internazionali in materia di sicurezza.

E.B. Qualche numero su VIP Wings. In termini di personale, almeno.

P.G. Siamo attualmente 85 dipendenti. Nel reparto tecnico e manutentivo abbiamo 20 esperti; 45 tra piloti ed asistenti di volo; 20 dipendenti amministrativi. Con questo organico abbiamo una flotta di tre aereomobili ATR 72/200 e 7 „executive“ business-jets che possono ospitare sino ad 8 passeggeri cadauno. Abbiamo allo studio, peraltro, di aumentare la flotta con l’acquisto di altre 2 aeromobili di ultima generazione: ATR 72/500.

E.B. Siete quindi, parrebbe, diminuiti in organico …è corretto?

P.G. Assolutamente si; da un massimo di 140 persone abbiamo portato a termine un incisivo piano di ristrutturazione aziendale che ci ha permesso di ottimizzare le risorse interne, rinunciando all’utilizzo di aereomobili troppo grandi ed inadatte alle rotte che vogliamo siano il nostro core-business ed anche troppo onerose.

E.B. Quali sono, come da Lei accennato, i Paesi su cui Danube Wings si sta orientando maggiormente?

P.G. Diciamo che la nostra compagnia, pur essendo „piccola“ è comunque in grado per l’alto numero e qualità di competenze professionali interne di operare sui diversisegmenti di mercato: commerciale, charter, business, trasporti speciali. L’Italia è e sarà sempre di più il nostro miglior mercato, con l’apertura a breve di nuove tratte sia stagionali che annuali e con, proprio in questi giorni, importanti trattative e valutazioni in essere con nuovi aeroporti Italiani. Contiamo anche, dall’Italia, di collegarci con alcune località balneari della Spagna. Attualmente serviamo anche quattro destinazioni in Croazia; Basilea in Svizzera; nonchè le tratte interne con Kosice e Poprad.

E.B. Una sua opinione sulle polveri laviche. Era veramente necessario bloccare l’Europa e non solo?

P.G. Sinceramente, ed essendo sia CEO che pilota credo avere un atteggiamento „neutrale“ quanto fatto mi ha lasciato un senso di impotenza. I modelli matematici si sono rilevati corretti, nel senso che hanno previsto la direzione e quindi la futura posizione delle nuvole; ma semplicemente non abbiamo potuto verificare la quantità di presenza effettiva di ceneri pericolose; noi come nessun altro. Debbo però anche sottolineare che abbiamo sottoposto, quotidianamente, i nostri motori a test molto specifici ed accurati che hanno sempre dato esito negativo. Questo per sottolineare che non siamo solo interessati al nostro utile di esercizio ma, prioritariamente, alla salute dei nostri passeggeri e del nostro personale di volo.

E.B. Ed a quanto sono ammontate  le Vostre perdite nel periodo di sospensione dall’attività di volo?

P.G. Cautelativamente ad almeno 100 000 Euro. Che per noi è una cifra significativa.

E.B. Tra pochi giorni ci sarà l’apertura del nuovo terminal. Come vede il futuro dell’aeroporto di Bratislava?

P.G. Il nostro gruppo è l’unica compagnia aerea partner e quindi, siamo molto fiduciosi che, a crisi economica  e …geologica passata, l’aeroporto possa sempre maggiormente assurgere al livello atteso e che si merita, in linea con la crescente importanza della Slovacchia nel panorama europeo.

E.B. Ci risulta che abbiate anche dei particolari passeggeri e clienti, ritornando al mercato Italia…

P.G. Recentemente abbiamo trasportato la squadra di calcio del Milan. E, spesso, siamo chiamati dallo Stato Italiano per trasferire poliziotti ed extracomunitari -illegalmente sbarcati a Pantelleria- in altri aeroporti. E‘ uno dei vantaggi a volare con gli ATR; ed anche, mi permetta, una ulteriore riprova dell’alto livello di professionalità che ci viene riconosciuto, vista la „difficoltà“ nell’operare su questo aeroporto.

E.B. Per concludere, quindi, come definireste la Vostra compagnia aerea?

P.G. Credo sia corretto dire che stiamo cercando di coniugare l’alto livello dei servizi resi con politiche tariffarie „low-cost“. Una compagnia, la Danube Wings, alla „portata di tutti“ ma che eroga un servizio „non da tutti“.

Ringraziamo il Comandante Peter Galovic, Amministratore e Comandante istruttore di volo per il tempo che ci ha regalato, e per la attenzione dimostrata. Abbiamo anche ricevuto la promessa di essere, nel futuro, una testata „privilegiata“ per raccogliere le informazioni sui futuri sviluppi della compagnia e sulle nuove rotte che verranno aperte. Abbiamo infine, in occasione del nostro incontro, consegnato al Comandante le circa 200 segnalazioni ricevute in Redazione da parte di molti nostri Lettori, che ci hanno richiesto in particolari giorni, orari, e da quali aeroporti, vorrebbero avere un collegamento con Bratislava. In tanti avete aderito alla nostra iniziativa e di questo Ve ne siamo grati. Cercheremo adesso di fare del nostro massimo perchè Danube Wings tragga vantaggio dalle segnalazioni stesse. Per ora, grazie Comandante ed a presto!

(Ettore Bellucci)

Rispondi

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

news giorno x giorno

agosto: 2017
L M M G V S D
« Lug    
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28293031  

ARCHIVIO

pubblicità google