Min.Lavoro: Sindacati rinunciano a loro ruolo. RUZ: non rappresentano più i lavoratori

Il Ministero del Lavoro, Affari Sociali e Famiglia ha espresso ieri la propria delusione per l’atteggiamento che i sindacalisti hanno tenuto lasciando la discussione sulle modifiche al Codice del lavoro. Il Ministero ha detto che aveva elaborato analisi della legislazione del lavoro nei Paesi circostanti che era destinata ai sindacati per una valutazione comune. Ieri erano presenti alla riunione anche funzionari ministeriali che lavorano a Bruxelles, per fornire un quadro più preciso delle leggi pertinenti in tutta l’UE. «Ci aspettavamo un dialogo costruttivo e pragmatico, ma i rappresentanti sindacali hanno scelto invece di abbandonare la sessione della Commissione. Non capiamo questo atteggiamento, in cui i sindacati rinunciano alla possibilità di avere voce in capitolo sulle norme applicabili ai dipendenti», ha detto il Ministero attraverso il suo Ufficio stampa.

Il comportamento dei sindacati, che hanno lasciato ieri i negoziati sulla redazione del nuovo Codice del lavoro, mostra soltanto che non rappresentano più gli interessi dei lavoratori e perseguono invece proprie politiche, ha detto il vicepresidente dell’Unione repubblicana dei datori di lavoro (RUZ) Jozef Spirko.

Spirko ha parlato di stretti legami e di un vero e proprio coordinamento tra la Conferedazione dei sindacati KOZ e il partito di opposizione Smer-SD. « Viene in mente una domanda (ovvia): KOZ è presieduto dal [suo presidente] signor Gazdik, il signor Machyna o il [leader di Smer] signor Fico?» ha dichiarato.

(Fonte TASR)

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.