UNDP: Slovacchia si è piazzata al 31.mo posto nella classifica sulla qualità della vita

La Slovacchia è un Paese con un alto livello di sviluppo umano (human development index), stando allo Human Development Report 2010 presentato al Centro Regionale di Bratislava del Programma di Sviluppo delle Nazioni Unite (UNDP) riguardante l’Europa e la Confederazione di Stati Indipendenti (CSI). La Slovacchia è passata dal 42.mo posto dell’anno scorso, molto vicina a Repubblica Ceca e Slovenia. Si è aggiudicata il primo posto la Norvegia, mentre Ungheria e Polonia si sono classificate rispettivamente al 36.mo e 41.mo posto. I Paesi dell‘Africa sub-sahariana si sono piazzati in coda alla classifica. Questo report annuale dimostra che non c’è una successione automatica tra crescita economica e sviluppo individuale e suddivide 169 Paesi messi sotto esame in quattro categorie: Paesi dallo sviluppo umano molto alto, alto, medio e basso. Il gruppo con lo sviluppo massimo comprende Paesi come Australia, Nuova Zelanda e Stati Uniti. I Paesi che hanno riportato le peggiori valutazioni sono Mozambico, Burundi, Niger e la Repubblica Democratica di Congo e Zimbabwe. Lo Human Development Report è una pubblicazione indipendente di UNDP. Fin dalla prima pubblicazione, nel 1990, il report ha fornito un’immagine di alcune delle più grandi difficoltà a cui l’umanità deve far fronte. La valutazione si basa dul così detto human development index, che combina non solo fattori ecomici ma anche parametri sociali come aspettativa di vita media, accesso all’istruzione, parità dei sessi, accesso all’acqua potabile, assistenza sanitaria ed altro.

(Fonte TASR)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

gennaio: 2018
L M M G V S D
« Dic    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google