I datori di lavoro di RUZ sostengono il pacchetto di austerità del Governo

L’Unione repubblicana dei datori di lavoro (RUZ) appoggia il pacchetto di misure adottato dal Governo per riequilibrare le finanze pubbliche, anche se mantiene alcune riserve, ha detto ieri in una conferenza stampa il presidente di RUZ Marian Jusko, che teme però la possibilità di emendamenti dei parlamentari che potrebbero modificarlo.

RUZ è d’accordo sulla visione del Governo di dare priorità assoluta al consolidamento delle finanze pubbliche. Il debito crescente e un deficit che dovrebbe raggiungere l’8% del PIL rappresentano notevoli rischi per lo sviluppo economico e sociale. La manovra governativa dovrebbe concentrarsi soprattutto sui risparmi nella spesa pubblica.

I datori di lavoro criticano l’allarme di sciopero che è stato annunciato dal sindacato KOVO quale risposta a ciò che i lavoratori ritengono gli “aspri” effetti del pacchetto sui lavoratori dipendenti, incluse le modifiche che si stanno preparando al Codice del lavoro. RUZ sostiene che la minaccia di sciopero è un segnale molto negativo per i potenziali investitori e che i sindacati in questo modo stanno solamente facendo il gioco dell’opposizione.

(Fonte TASR)

1 Commento

  1. I datori di lavoro, soprattutto italiani, dovrebbero fare un passo in avanti nella modernizzazione delle proprie capacità nella gestione delle risorse umane. Un po’ meno tecnici e più strateghi e politici. Un po’ meno provincialotti e più globali.

    L’imprenditore di successo e con ampie vedute in genere preferisce gestire risorse umane un tantino sindacalizzate e coscienti del loro valore e dell’importanza del lavoro di squadra, piuttosto che asini sottomessi incapaci di lavorare per obiettivi.

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*