Le Università dovrebbero far pagare rette di frequenza

Secondo il contributo degli esperti USA, non è ipotizzabile assicurare un’elevata qualità degli studi universitari mantenendo la possibilità di frequentare gratuitamente gli atenei. Richard Vedder, visiting professor di economia presso l’Università dell’Ohio, è stato molto diretto nello spiegare i motivi del proprio pensiero. In ogni caso, secondo il professore, entro un decennio questa sarà l’unica strada percorribile, tenuto conto dell’aumento previsto della popolazione in età universitaria. D’altra parte, secondo Vedder, ciò non costituisce „barriera all’ingresso“ per gli studenti meno facoltosi, in quanto l’esperienza Americana dimostra come sia possibile far coesistere il sistema ipotizzato con misure di borse di studio, esenzioni e prestiti in favore degli studenti a minor reddito ed a migliore rendimento.

(Fonte Tasr)

Leave a Reply

You can use these HTML tags

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

  

  

  

 SKG Auto & Tir Services s.r.o.

Vai al sito

novembre: 2017
L M M G V S D
« Ott    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

ARCHIVIO

Dal diario di una piccola comunista

pubblicità google