PAS: manca manodopera a metà delle imprese slovacche

La metà dei datori di lavoro in Slovacchia soffre di carenza di manodopera definita “significativa”, secondo i dati di un’indagine condotta dall’Associazione professionale degli imprenditori e datori di lavoro PAS in collaborazione con INEKO. L’indagine è stata condotta nella prima metà di aprile presso società dell’industria (36%), servizi (22%), costruzioni (15%), agricoltura (13%), commercio (11%) ed energia e trattamento dei rifiuti (3%). Gli imprenditori stanno cercando di risolvere il problema aumentando l’efficienza e trovando lavoratori all’estero.

Il sondaggio dimostra inoltre che il 51% dei dipendenti riceve stipendi lordi di 500-800 euro al mese, il 33% riceve salari di 800-1200 euro al mese, mentre il 10% dei lavoratori ha stipendi oltre i 1200 euro mensili. Il restante 6% guadagna solo 500 euro. Il 58% delle aziende che assumono stranieri, anche attraverso agenzie di reclutamento, sono soddisfatte perché sono più flessibili e disposti a lavorare di più.

(BDE)

Foto dodaning/CC0

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.