La notte della democrazia

Da ormai più di un decennio, il numero di stati del mondo che possono essere considerati democratici è in calo. Nell’ultimo anno il problema si è ulteriormente acuito in tutte le regioni. Le ragioni sembrano essere sia economiche sia geo-politiche.

Situazione in peggioramento

Sono oramai quasi dodici anni che il numero di stati che possono essere considerati democratici è in calo. Anche la qualità dei diritti politici e delle libertà civili garantiti dagli stati così detti democratici ha subito un netto peggioramento o è sotto attacco. Nell’ultimo anno, poi, il problema si è ulteriormente acuito in tutte le regioni del mondo. Eppure, dopo la seconda guerra mondiale e soprattutto dopo la caduta dell’impero sovietico, i regimi democratici sembravano avere vinto la loro secolare battaglia.

Qualche grafico ci aiuta a misurare il fenomeno. Ogni anno Freedom House, un’organizzazione americana indipendente, pubblica un rapporto, “Freedom in the World”, nel quale vengono valutati il grado di libertà di oltre 200 paesi. La metodologia prevede la costruzione per ogni paese di un indicatore sintetico che può oscillare da 0 a 100. Questo a sua volta è composto da 25 indicatori, che oscillano tra 1 e 4 e misurano il grado di libertà in base a diversi parametri che traggono origine dalla Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo. Secondo Freedom House, la percentuale di paesi che possono considerarsi democratici (in termini di diritti politici, civili, economici, di opinione e così via), dopo essere cresciuta dal 35 al 48 per cento fra il 1987 e il 2007, si è ridotta al 45 per cento negli ultimi dieci anni (figura 1). Paesi come la Turchia, il Venezuela, Ungheria e la Polonia, che sembravano avviati a diventare solide democrazie, hanno conosciuto un drastico peggioramento negli ultimi anni (figura 2).

Figura 1 – Percentuale dei paesi che posso essere considerati liberi

[…]

Continua su lavoce.info


Illustr. MarkusMoerth/CCO

Articoli più letti

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.